Articoli
Per un'azione dei teatri invisibili - mercoledì 8 febbraio a Roma

Saturday 04 February 2006


Invitiamo tutti ad incontrarci mercoledì 8 febbraio, dalle 17.00 alle 20.00, in via G. De Agostini 79 (Pigneto) - Kataklisma teatro - per confrontare e organizzare le nostre idee riguardo una prossima azione.

In seguito al convegno “Teatrinvisibili”, Impatto Teatro propone un’azione di protesta teatrale, finalizzata alla messa in evidenza delle realtà indipendenti di Roma e Provincia e della loro condizione precaria in contrapposizione ai teatri “istituzionali”, colpevoli dello sperpero di denaro pubblico e della lenta decomposizione del teatro di ricerca.
L’azione di monitoraggio, svolta dal Triangolo Scaleno, ha censito circa 150 “Teatri Invisibili” e “ha messo in luce le difficoltà e le condizioni in cui tali realtà operano, sopraffatte dall'assenza di risorse, dalla carenza di spazi, dall'impossibilità di emergere". È apparso un mondo teatrale sommerso, produttivo, operante, che crea, alimenta e costruisce la cultura dell’intera città. Un bene prezioso che nel teatro ufficiale sta scomparendo.

Il teatro invisibile ha un’infinità di idee. A volte non ha soldi né strumenti per realizzarle, a volte le realizza con i soldi e gli strumenti che ha e quindi difficilmente le realizza in pieno. Questo popolo invisibile che opera nella cultura della nostra città, lo fa senza risorse e senza riconoscimento per anni, a volte per decenni”. Lo stesso Claudio Remondi (Rem&Cap - compagnia romana storica del teatro di ricerca), intervenuto durante il convegno, denuncia la totale indifferenza delle istituzioni, anche nei confronti di chi ha già lasciato più di un segno nella storia del teatro italiano.

“Questo è il risultato di una terribile e alla lunga autolesionistica operazione di macelleria generazionale e di un attacco alla democrazia, che s’è rivelato alla fine più efficace dello stesso ventennio fascista.
Per questo lo studio commissionato dalla Provincia è un’ottima cosa: per ricominciare, per ricostruire una vita teatrale degna, bisogna pur individuare dove stanno i sopravvissuti e i nuovi nati.” (Marcantonio Lucidi)

Centocinquanta realtà teatrali indipendenti rappresentano un fermento culturale infinito, ma il convegno ha dimostrato come “a Roma, più che altrove, emergere è difficile e in alcuni tratti storici, come l’attuale, praticamente impossibile".

Le preoccupanti condizioni economiche di queste realtà sono frutto non solo dei continui tagli ai fondi per la cultura e lo spettacolo, ma soprattutto della non equa distribuzione; e i numeri emersi in “Teatrinvisibili” lo dimostrano.

Incontrarsi e parlarne non ha risolto questa situazione, ma può rappresentare il primo passo per unire le nostre forze e superare la soggettività che troppo spesso isola le varie realtà teatrali.

Chiediamo a queste realtà di fare un altro passo in avanti, di non lasciare che siano state solo chiacchiere.

Chiediamo a Tutti i Teatri Invisibili (consci dell’esistenza di altri fuori dal censimento), un nuovo incontro per organizzare un’azione di protesta creativa nei luoghi del potere teatrale.

Proponiamo di portare fuori dalle mura del Palladium le nostre idee, non per chiedere i teatri contro cui protestiamo, ma per dimostrare che nuove forme di teatro esistono e crescono.

Costruiamoci un’opportunità di esistenza ed espressione corale. Prendiamoci uno “spazio”, non necessariamente un “teatro”, e prendiamoci un pubblico non invitato che non potrà chiudere occhi e orecchie di fronte all’EVIDENZA.

“Un certo modo di gestire il teatro e lo spettacolo ha fatto il suo tempo, non piace più, è deleterio, ha l’obbligo, la forza di cose e di natura, di lasciare spazio ed aria a chi ha nuove idee, da dire o da ribadire. Come avviene per accadimenti importanti, il fenomeno cresce a dismisura, nonostante l’apparente indifferenza che lo circonda, per poi, una volta gigantesco, obbligare a tenerne conto.” (Francesca Pistoia)

Pregandovi di far circolare il più possibile questo comunicato, aspettiamo proposte, idee e suggerimenti anche in merito a un luogo e un giorno per incontrarci, per far sì che almeno tra di noi non ci siano barriere.

Roma, 16 Gennaio 2006
IMPATTO TEATRO



Questo articolo proviene da:
http://www.lamette.it

L'URL per questa news è:
http://www.lamette.it/modules.php?name=Live_News&func=LiveNewsView&nid=1113