Relics
Indigesti - Osservati dall'inganno (T. V. O. R., 1985)

Wednesday 14 November 2001


Continua la rassegna del vinile hardcore italiano anni ottanta: non poteva mancare all'appello il secondo Lp degli Indigesti, noto ormai a tutti per essere stato un pezzo da novanta, nonché la prima uscita e il best seller assoluto della saga T. V. O. R.

La copertina che vedete qui sopra è già quella della prima ristampa, e non quella, orripilante, dell'edizione originale: questo disco è stato infatti ristampato una marea di volte, sempre con una cover nuova di zecca; l'ultima versione, tuttora disponibilissima, è stata promossa dalla Vacation House Records di Rudy, il cantante degli Indigesti, recentemente riformatisi per la registrazione del nuovo "In disparte".

Ma torniamo a "Osservati dall'inganno": quello che avrete quando lo piazzate 'sto disco sul piatto è un grande hardcore-punk old school, contornato dalla voce assolutamente inusuale, a tratti recitante, di Rudy. I testi, forse per la prima volta nella storia dell'hardcore italiano, sono puramente visionari: uno splendido delirio che non va solo letto e riletto, ma anche, in un certo senso, interpretato.

Cose come la celeberrima "Silenzio statico", "Doppio confronto", "Diretto nel mio sguardo", "Alone d'oro" o la bellissima "Oltre camera" rimangono e rimarranno per sempre ai vertici della produzione ardecore nostrana.

Il senso di soffocamento che "Osservati dall'inganno" vi procurerà inevitabilmente, vale già da solo l'acquisto. Che palle.

In effetti non ha quasi senso consigliare un disco del genere. Ma checcazzo ve lo dico a fa? 1)Silenzio statico 2)Doppio confronto 3)Diretto nel mio sguardo 4)Senso di abitudine 5)Fragile costruzione mobile 6)Osservati dall'inganno 7)Alone d'oro 8)Dune 9)Dubbio legato 10)Permessi nel disagio 11)Uguale nell'uguale 12)Oltre camera

[Simone]




Questo articolo proviene da:
http://www.lamette.it

L'URL per questa news è:
http://www.lamette.it/modules.php?name=Live_News&func=LiveNewsView&nid=114