Recensioni
Milvains - Gemini cd (Vacation House/Soulcraft, 2006)

Tuesday 05 September 2006


Ho conosciuto questi ragazzi prima ancora di sentirgli suonare una sola nota, dal momento che sono di Latina e sono passati di qui più di una volta in delegazione. Subito dopo il tavolo del pub, dicevo, mi è quindi capitato di dividere il palco con i Milvains, che mi hanno sempre impressionato favorevolmente sia sul piano umano che per quanto riguarda l'attitudine. Sono doppiamente lieto del fatto che siano arrivati a fare un disco, cosa abbastanza rara in provincia: non soltanto perché se lo meritavano, ma anche perché l'enorme lavoro di squadra che hanno fatto nel giro di un anno conferma la mia opinione. Gemini a mio avviso si inserisce perfettamente nella cornice produttiva della Vacation House, e ascoltandolo non mi meraviglio affatto che i nostri siano piaciuti a Rudy Medea.
10 pezzi di potente e personalissimo punk-hardcore new school cantato in italiano; mid-tempos a go-go, sprazzi noise e acceleratore puntato sulla voce, di chiara scuola Sottopressione/Acredine/ultimi Indigesti. Testi naturalmente introspettivi e sound decisamente azzeccato per il genere, con perfetta amalgama di distorsore e sezione ritmica, veramente efficace nei momenti più pestoni.

Se siete a caccia di novità e avete piene le palle di nutrirvi sempre dello stesso, identico sound, "Gemini" potrebbe darvi delle belle soddisfazioni. Supportate dunque i Milvains, ai quali mando i miei omaggi dal fondo della palude...

[Simone]

Per contatti, o per avere il cd: alessio_greco@alice.it




Questo articolo proviene da:
http://www.lamette.it

L'URL per questa news è:
http://www.lamette.it/modules.php?name=Live_News&func=LiveNewsView&nid=1235