Interviste
Scarey Records

Friday 27 October 2006


Si continua con il raptus intervistativo, ormai praticamente inarrestabile. Oggetto del terzo grado di oggi, Carlo della Scarey Records, sicuramente una delle label più interessanti e meno convenzionali presenti nel panorama nostrano. Risposte esaurientissime, grande attitudine e perfetta cognizione di causa. Godetevi il botta-e-risposta e poscia precipitatevi, anzi scapicollatevi sul sito web...
D: Da dove nasce la voglia di mettere su un etichetta?

R: L'etichetta è nata nel '99. Reduce da esperienze fanzinare, volevo andare oltre, e siccome non sapevo suonare nessuno strumento la cosa più naturale per continuare a fare cose che mi stimolassero è stata quella di fondare la Scarey Records. Più che di voglia si è trattato di necessità, l'etichetta mi ha probabilmente salvato in parte da una vita noiosa e monotona, ho avuto la possibilità di produrre gruppi grandiosi, di conoscere un sacco di gente figa e di girare il mondo.
Nonostante a livello finanziario sia stato un disastro , posso comunque dire che dopo 7 anni il bilancio è più che positivo, nonostante la mole di impegni e responsabilità che comporta gestire la cosa.

D: È diventato un lavoro per te?

R: Ci abbiamo provato credimi, ma non penso che guadegneremo mai dei veri soldi finchè continuiamo a fare uscire i gruppi che ci piacciono sbattendocene dei trend del momento! Tutt'altro discorso per il negozio-web o ebay, due attività correlate alla Scarey che stanno andando abbastanza bene e credo che con tanto sacrificio e sbattimenti daranno buoni frutti !!

D: Si riesce a vivere con una determinata musica così underground?

R: È sempre più dura!! L'underground ormai non esiste più, almeno non come era strutturato 10/15/20 anni fa. Ci sono troppi generi e sottogeneri musicali, troppi gruppi e il mainstream ha sempre più potere!! Internet ha ucciso in parte l'underground, ma la colpa va anche attribuita alla maggior parte dei gruppi di oggi, assolutamente anonimi, mediocri, senza alcun ideale o idea originale e un'ossessione malsana di "farcela"! Per non parlare di Myspace, sicuramente un mezzo utile per la promozione, ma anche infinitamente triste.

D: I gruppi che produci e l'etichetta stessa mi sembra che facciano parte di una scena a parte rispetto a quella politicizzata del D.I.Y. e a quella di un classico punk, o mi sbaglio?

R: Sicuramente, sono tutti gruppi molto individualisti a cui non piace fare parte di una scena, ed è un soltanto bene. Il D.I.Y. è ovviamente benevenuto e apprezzato, la politica invece lasciamola fuori dalla musica per favore!! Per quanto riguarda il "classico punk", se intendi la scena americana di fine 70's e inizio 80's (primo hardcore), credo invece che ci siano tante affinità. Se pensi a gruppi come Antiseen, Bulemics, Jack Saints o anche i Bible Of The Devil addirittura, tutte queste bands sono state influenzate da quel periodo fantastico.

D: Cosa ne pensi invece di quella parte piu radicale del punk: il punk è fondamentalmente una musica di protesta o è finalizzato solo a far divertire e pogare tutti?

R: Nessuna canzone di protesta fermerà mai alcuna bomba, è un dato di fatto! Punk come musica di protesta?? Di ribellione sicuramente, la protesta lasciamola agli hippies. Questa è una cosa che è uscita dopo, con gli anni 80, inizialmente era solo Rock'n'Roll, sporco e politicalmente scorretto!! Avere degli ideali e metterli in musica è ok, ma non bisogna esagerare altrimenti si finisce per diventare dei clowns!!

D: In italia come vedi la scena legata al punk o scum/punk di stampo GG Allin/Antiseen?

R: Ci sono ottimi gruppi in ogni genere musicale... pochi ma buoni!! Non seguo molto la scena punk, quindi non sono al corrente delle nuove bands, sicuramente un gruppo impressionante dal vivo sono i Long Dong Silver di Monza, di cui speriamo di pubblicare un CD a breve! Gruppi stampo GG Allin/Antiseen non ce ne sono, a parte i Nerds Rock Inferno che hanno comunque tante altre influenze più hardcore e primo heavy metal.

D: Cosa mi dici proprio di queste 2 icone del genere? L'etichetta ha anche prodotto qualcosa degli Antiseen...

R: Gli Antiseen sono il mio gruppo preferito probabilmente! Sono esattamente ciò che dovrebbe essere ogni gruppo PUNK. Cattivi, politicalmente scorretti, con grandi testi e grande attitudine! Un gruppo che è un esempio per tutti. Non hanno mai venduto il culo neanche una volta in 25 anni di carriera!!! Abbiamo prodotto per gli Antiseen le versioni in vinile di "One live son of a bitch" e dell'ultimo grandissimo album in studio "Badwill ambassadors" e l'Ep "Thee from parts unknown", tutti disponibili a prezzi modicissimi sul nostro sito. Fra poco uscirà finalmente anche un CD split tra i leggendari Rupture e i Nerds Rock Inferno. 8 pezzi dei Rupture sono stati cantati dal cantante dei N.R.I. mentre gli altri 8 proprio da Jeff Clayton degli Antiseen!!! I pezzi erano stati scritti quando Gus Chamber (cantante dei Rupture deceduto nel 2001) era ancora in vita, ma le voci non erano mai state registrate. Questo è un tributo a Gus!!!
GG Allin? È morto! È veramente morto!!! Lasciamolo riposare in pace! Comunque ti preannuncio che prima o poi uscirà un suo tributo su Scarey interamente registrato da Gerry Atric dei Bulemics insieme ad ospiti del calibro di Blag Dahlia e Vadge Moore dei Dwarves, Jeff Clayton, Texas Terri, Shit, John Motard etc!!! Sarà il tributo definitivo all'uomo più pazzo nella storia del Rock'n'Roll!

D: Verranno mai i Murder Junkies in Italia?

R: No! Merle Allin chiede troppi soldi, non credo che troveranno mai un promoter disposto a darglieli, di sicuro non noi!!!

D: Come nasce la collaborazione con la EU91?

R: Abbiamo unito le forze con Giulio per raggiungere un pubblico più vasto con il web-store e anche magari per far conoscere nuovi gruppi a entrambi i nostri clienti.
Nonostante Scarey e EU91 sono due entità assolutamente indipendenti tra loro, abbiamo molto più in comune con EU91, che tratta prevalentamente grindcore, che con la maggior parte delle altre realtà punk rock italiane, buonisti e moralisti vari. Inoltre abbiamo la stessa passione per il cinema italiano giallo/horror dei 70's!!!

D: Il materiale che produci viene scaricato in rete? Cosa ne pensi dei vari My Space e blog che ci sono in giro per la rete?

R: Il nostro materiale è scaricabile in rete a pagamento su moltissimi siti. L'abbiamo fatto più che altro per dare maggiore visibilità alle nostre produzioni, solo per quello. Sono assolutamente contrario a qualsiasi nuova tecnologia!! È stato già uno shock dover smetere di produrre vinile in favore dei CD, ma è stata una scelta esclusivamente economica !! Il giorno che le etichette non venderanno più dischi e useranno solo il download, puoi star certo che scompariremo dalla circolazione piuttosto che piegarci alla triste realtà!!

D: Torino è una città con tantissime band: credi che esista una scena valida? Ci sono spesso concerti? Esiste competizione?

R: Mah!? Scena?!? Se esiste forse mi è sfuggita. Torino è una città piena di stronzi perdenti, questà è la realtà. Negli ultimi 2 anni abbiamo portato in città un sacco di ottimi gruppi, americani principalmente, e non se li è cagati nessuno, nonostante fossero pubblicizzati ovunque!! La gente si lamenta che non c'è mai un cazzo, ma quando organizzi delle serate vengono sempre i soliti 4 stronzi! Oppure fanno storie per pagare 5 euro di entrata... VAFFANCULO! Non credo che organizzeremo più niente qua, considerando che ci sono posti in Italia dove la gente apprezza molto di più!

D: La fanzine "Garbage dump" uscirà ancora? Oppure ormai si pensa solo alle webzine?

R: No, purtroppo non uscirà più in forma cartacea per il momento. Attualmente anche la webzine è ferma, mentre è in piena attività il booking che porta lo stesso nome (www.garbagedumpagency.com). In arrivo un sacco di ottime bands internazionali.

D: I tuoi dischi e film preferiti di sempre!

R: Dischi : Roky Erickson & The Aliens - "I think of demons", Antiseen - "Here to ruin your groove", Iggy & The Stooges - "Raw Power", Dead Boys - "Young, loud & snotty", Black Sabbath - "Masters of reality", Alice Cooper - "Love it to death", Ramones - "Road to ruin", Dictators - "Go girl go crazy", GG Allin & The Jabbers - "Always was, is and always shall be", Poison Idea - "Feel the darkness", Lynyrd Skynyrd - "Gimme back my bullets"... e mi spiace lasciar fuori un milione di bands: Dead Moon, Pentagram, Iron Maiden (con Paul Di' Anno), Cocknoose, Black Flag, MC5, Thin Lizzy, Blue Oyster Cult, Motorhead, Kyuss, Black Oak Arkansas, Johnny Cash, David Allan Coe, Hank Williams Sr., Hank III, Bible Of The Devil, Melvins, Angry Samoans, Dead Kennedys etc.

Film : prevalentemente horror americano dei 70's come Texas chainsaw massacre, Last house on the left, Hills have eyes, la trilogia Zombi di Romero, Evil Dead... e tutto il cinema giallo, horror e poliziottesco italiano dei 70's/primi 80's, registi come Deodato, Fulci, Lenzi, Mattei, etc. Qualche film horror moderno come Cabin fever, Hostel e Devil's rejects. Poi adoro i film di mafia italo/americana come la trilogia del Padrino, Goodfellas, Casinò, Mean streets, etc. e qualsiasi film che abbia come attore o regista Steve Buscemi!! Ghost world e Mosche da bar in particolare!! E per finire tra le ultime cose viste, Team America degli stessi creatori di South Park... ESILARANTE!!!!

D: Qualcosa da dire ai lettori lamettiani?

R: Beh, grazie a te Sveden per l'intervista!! Ai lettori di Lamette raccomando di stare sintonizzati per le prossime uscite Scarey, andatevi a visitare il sito www.scareyrecords.com, e fatevi anche un giro sul catalogo www.scareyrecords.com/catalog dove potete trovare centinaia di cd, dvd, vinili e magliette a prezzi modici!! In arrivo tantissime novità!!

[Sveden]




Questo articolo proviene da:
http://www.lamette.it

L'URL per questa news è:
http://www.lamette.it/modules.php?name=Live_News&func=LiveNewsView&nid=1268