Recensioni
Safe Crash – Rinchiuso mcd (Autoprodotto, 2008)

Wednesday 03 September 2008


La sigla “Hardcore italiano” sul secondo disco del combo veronese mi lascia ben sperare, e un impressione altrettanto buona mi fanno i loro dodici anni di onorata carriera. Di fatto, manco a dirlo, Rinchiuso è un disco ben registrato e tecnicamente ineccepibile, e anche a livello di confezione è un’autoproduzione di tutto rispetto. I testi – rigorosamente cantati in italiano – sono interessanti (introspettivi, ma anche a loro modo politici) e richiamano abbastanza l’HC nazionale “storico”, genere che i nostri si ripropongono apertamente di continuare a suonare nonostante i tempi e le mode. Quello che un po’ delude le mie aspettative, invece, è la formula musicale, eccessivamente metalcore per i miei gusti (ma ripeto, si tratta di gusti).
6 pezzi (5 più uno strumentale) che si basano prevalentemente su riff cadenzati e granitici in mid-tempo; brevi e sporadici momenti di ritmica sparata, voce growleggiante ma senza esagerare. Se dovessi fare un esempio concreto di quello che mi viene in mente, direi: Pantera epoca “Vulgar display of power”. Il che è un’arma a doppio taglio, se si suona punk-hardcore.

Spero di essere stato abbastanza chiaro nella descrizione di cosa avrete dai Safe Crash, dal momento che ritengo che il mio compito di recensore sia prevalentemente quello di preparare a grandi linee il fruitore a un ascolto effettivo e dettagliato. Se il cocktail fa per voi, non esitate a procurarvi questo disco, non vi deluderà; se invece avete dei dubbi, un giro su myspace e saranno prontamente fugati…

[Simone]

Per contatti, o per avere il cd: www.myspace.com/safecrash




Questo articolo proviene da:
http://www.lamette.it

L'URL per questa news è:
http://www.lamette.it/modules.php?name=Live_News&func=LiveNewsView&nid=1665