Relics
One Way System - All systems go (Anagram, 1983)

Thursday 31 January 2002


Una bomba dei tempi che furono. Torniamo al punk inglese anni ottanta, e lo facciamo alla grande, introducendovi all'ascolto di uno dei dischi più rappresentativi del genere: l'esordio su long-plèing dei One Way System, temutissimo combo di Fleetwood capitanato dall'appariscente singer crestone Gav Whyte (ironia della sorte, oggi i One Way System suonano ancora in giro e partecipano sistematicamente ai vari "Holidays in the sun" nonostante lui non sia più della partita).

Suddetto combo, nato nel 1979, cadde come una meteora nella storia del punk britannico proprio nella sua fase di totale transizione: sto parlando, ovviamente, di quel periodo a cavallo tra due decenni che i Ramones definirono giustamente "End of the century", e del passaggio da sonorità ancora Clash/pistolsiane a un'attitudine più decisa e brutale, che avrebbe portato a testi sempre più incazzati ed espliciti e a musiche sempre più sparate e metallizzanti. In questa seconda ondata del punk inglese si collocano certo dei mostri sacri come Exploited, GBH, Discharge, ma anche i nostri. "All systems go" è assolutamente rappresentativo del modo di fare e di intendere tipico di tale rinnovato contesto.

'Sto disco è un classico, a partire dai singoli recuperati secondo l'usanza dell'epoca (è il caso dell'epocale "Give us a future"): più che memorabili sono anche "Jerusalem", la title track "One Way System", "Breakin in", "Forgotten generation" e la coverona di "Your ready now" degli eccelsi Slaughter And The Dogs (dei quali giuro che prima o poi parleremo), totalmente violentata per l'occasione, fermo restando che l'originale era meglio.

Tirando le somme, un disco da avere anche a costo di rubarlo in un rivenditore pieno di sbirri. Quasi quasi io gli darei la precedenza anche rispetto a "Punks not dead": considerate che in effetti gli Exploited dei tempi saranno pure indimenticabili, ma i One Way System già allora suonavano che suonavano. Tanto più che la ristampa della Captain Oi! contiene ben nove bonus tracks…

1)Ain't no answers 2)Give us a future 3)Jerusalem 4)Me and you 5)No return 6)Waste away 7)One way system 8)Gutterboy 9)Breakin in 10)Forgotten generation 11)Victim 12)Slaughtered 13)Your ready now

[Simone]




Questo articolo proviene da:
http://www.lamette.it

L'URL per questa news è:
http://www.lamette.it/modules.php?name=Live_News&func=LiveNewsView&nid=172