Interviste
La sfida dell'artista: Jonovic Olivera

Monday 04 February 2002


Nature morte, paesaggi e soggetti religiosi: le opere di Jonovic Olivera regalano momenti di quella pura emozione contemplativa che è forse la vera anima dell'Arte.

Negli occhi di questa giovane donna d'origine jugoslava, del resto, brilla una luce specialissima: quella di uno sguardo che non si limita a prendere atto dell'esistenza dei singoli oggetti, al contrario sforzandosi di possederne ogni dettaglio, per poi riprodurlo sulla tela con minuziosa dedizione. Come per gran parte degli artisti, nella sua biografia possono individuarsi alcune esperienze determinanti, sfociate nell'impulso creativo in obbedienza ad una motivazione interiore.
Jonovic Olivera, Canale, 1996

Nata a Pristina (Ju), ella ha vissuto a Novi Sad fino a 16 anni; poi si è trasferita in Germania ed infine in Italia. È la classica figlia d'arte: il padre era pittore, sceneggiatore, nonché copista di affreschi ed icone riconosciuto dallo Stato; la madre, invece, era attrice di teatro.

Destinata a coltivare il bello per una sorta di eredità genetica, la Olivera ha inoltre il pregio di non accettare compromessi. Per sua precisa ammissione, infatti, ha il gusto della sfida: non si pone limiti, dunque, ma ama mettersi in discussione, consapevole che non può esserci vera Cultura senza un rischio reale.

Dal punto di vista tecnico-stilistico, i suoi mezzi espressivi sposano il filone realistico, quello cioè più congeniale a raccontare il mondo per quello che davvero è.

Una scelta rivelatasi felice, che l'ha portata a partecipare al Festival dei due mondi di Spoleto (1996), a vincere il 1° Premio Città di Cisterna (1997) e ad esporre all'Accademia delle Belle Arti della Capitale. Ho avuto il piacere di conoscerla in occasione di una recente mostra al "Gilda" di Roma, organizzata dall'Associazione Culturale "Gildart International" dell'Art-Director Bruno Chirizzi, e le ho dunque posto alcune domande per "Lamette".

D: Quali ritiene siano stati i modelli culturali che hanno maggiormente influenzato la sua produzione?

R: I miei modelli sono stati i Grandi maestri della pittura come Caravaggio e Leonardo. Ma il mio vero maestro ed ispiratore è stato certamente mio padre, grandissimo pittore in patria.

D: Come definirebbe l'Arte?

R: L'Arte è la Storia: rappresenta il passato, il presente ed il futuro; permette cioè di esprimere le proprie emozioni e di conservarle in una dimensione senza spazio né tempo. L'Arte è una continua sfida, una battaglia difficile da vincere ma, proprio per questo, affascinante.

D: Quali consigli darebbe ad un giovane che vuole dedicarsi alla pittura?

R: Nel mondo dell'Arte le difficoltà sono tantissime, ma non bisogna scoraggiarsi mai. Possono esserci momenti di riflessione più o meno lunghi, ma il pennello ci richiama sempre: ed ecco una nuova sfida, perché è nostro dovere creare e lasciare qualcosa di tangibile dietro di noi.

D: Cosa pensa del progetto di privatizzare i Musei?

R: Ogni cosa ha i suoi pro e contro. Personalmente non ho un'idea ben definita e concreta al riguardo…

D: Ha altre riflessioni da fare sulla sua attività artistica?

R: Noi artisti, che abbiamo il dono di trasmettere agli altri il nostro modo di vedere il mondo, non dobbiamo arrenderci alle prime difficoltà; il tempo passa veloce, quindi dobbiamo lavorare continuamente. Quando una cosa mi colpisce davvero, a prescindere dalla sua difficoltà, sento che "devo" disegnarla. Anzi: più è difficile, più mi piace. Questa è la sfida quotidiana! Cos'è la vita, del resto, se non impegnarsi per realizzare una cosa in cui si crede? Ed il premio più bello, la più grande delle soddisfazioni, consiste sempre nel vedere la propria opera realizzata: una gioia indescrivibile, che ripaga di tanta fatica. Non solo: gli altri potranno vedere e capire; ed è proprio per rendere possibile tutto questo che noi artisti scriviamo la nostra storia personale.

Parole da vera artista. Ma bisogna aggiungere che i suoi quadri parlano per lei... e dicono più di mille parole.

Per contatti, scrivete a: olja@virgilio.it

[Fernando Bassoli]




Questo articolo proviene da:
http://www.lamette.it

L'URL per questa news è:
http://www.lamette.it/modules.php?name=Live_News&func=LiveNewsView&nid=175