Recensioni
Bambino Delle Stelle – Stelle cadenti (Arduino Sacco Editore, 2009)

Saturday 15 August 2009


Ignoro l’identità anagrafica dell’autore che si firma bowianamente Bambino Delle Stelle, e che è anche il protagonista del suo romanzo: il libro è incentrato per lo più sull’elucubrazione e sulla metabolizzazione del nulla, e la cosa non è una mia critica nei confronti del contenuto. Bambino passa indifferentemente da una situazione all’altra, attraversando una quindicina di rapporti sentimentali occasionali o quasi (roba da fare invidia all’ultimo Fiumani), per approdare sostanzialmente in nessun luogo. È un po’ l’epopea dell’ultraventenne disorientato, che non riesce a trovare una direzione ma soprattutto una compagnia con cui sentirsi a proprio agio, e che passa il suo tempo a dialogare con se stesso dei massimi sistemi o comunque predilige le chiacchiere tabacchere a qualsiasi altra cosa al mondo. Mi ricorda dannatamente un capitolo che spero chiuso per sempre della mia storia personale.
Un libro scorrevole e soprattutto ben scritto (Arduino Sacco non è un editore a pagamento, dunque non pubblica testi che non lo convincano), con un ritmo tutto suo, che non scade mai nel romanzo di formazione, anche se – volendo fare un appunto costruttivo – a tratti rischia di rasentare il genere con dei dialoghi un po’ azzardati.

Ciò premesso, Stelle cadenti è una lettura consigliata sicuramente a un pubblico coetaneo dell’autore, dal momento che chiunque abbia dei problemi di orientamento non stenterà a riconoscersi nel protagonista, perennemente sul punto di toccare il fondo. Perché è proprio quel punto, toccato il fondo, che i sopravvissuti ritornano in qualche modo fortunosamente a galla.

Bambino Delle Stelle - Stelle cadenti, Arduino Sacco Editore, pp. 134, € 12

[Simone]

Per contatti, o per avere il libro: www.arduinosacco.it




Questo articolo proviene da:
http://www.lamette.it

L'URL per questa news è:
http://www.lamette.it/modules.php?name=Live_News&func=LiveNewsView&nid=1790