Recensioni
Hugo Bandannas – L’ora blu (Autoprodotto, 2009)

Monday 23 November 2009


Hugo Bandannas è uno di quegli amici del circuito punk che potrei tranquillamente definire sui generis, cioè dotati di una formazione culturale ampia e onnivora, nonché di una weltanschauung non schematica: senza offesa per nessuno, questo genere di persone si contano sulla punta delle dita anche nell’ambiente apparentemente più libertario. Punk-rocker, musico, fanzinaro, scrittore, sostanzialmente apolide, è sempre stato onnipresente lungo la mia strada, nonostante la clessidra e il mappamondo, che puntualmente vanno a centellinare ogni nostro incontro ravvicinato del terzo tipo. Durante l’ultimo di questi incontri, per l’appunto, Hugo mi ha girato questa sua raccolta di versi e racconti cortissimi intitolata L’ora blu: solo 48 pagine, ma dannatamente buone. La prima cosa che ho notato, sfogliandole, è stata la capacità di sintesi e di ritmo e l’uso di metafore non banali e non sempre esplicite. La seconda, altrettanto evidente, è la ricerca del sound nella parola stessa, cosa che secondo me è una caratteristica peculiare di chi è abituato a tenere mentalmente o materialmente il tempo, dunque si basa più sul metronomo che sulla metrica.
Lo scenario vitale di questi brani è di per sé metropolitano e decadente, ma senza scadere nel consueto cliché di un maledettismo forzato: quello che risalta, invece, sono gli orientalismi – che rimandano in qualche modo a Rimbaud – e un verso breve e fluido, quasi completamente privo di segni di interpunzione per necessità tecnico/stilistica. Altrettanto interessanti sono i racconti, ancora una volta per quanto riguarda il discorso del ritmo. Dire tutto quello che c’è da dire in venti-venticinque periodi non è facile per chiunque non sia Buzzati ed è praticamente impossibile per chi non concepisce il procedere per ellissi (in tanti, troppi, pensano di scrivere un romanzo quando non sono ancora in grado di partorire un racconto minimale).

Il consiglio del sottoscritto, scevro da ogni implicazione umana e affettiva, è di contattare Hugo per richiedergli una copia. Fossi in voi mi ascolterei.

Hugo Bandannas – L’ora blu, Autoprodotto, 2009, pp. 48, € 7,52

[Simone]

Per contatti, o per avere il libro: kingbandanas@libero.it




Questo articolo proviene da:
http://www.lamette.it

L'URL per questa news è:
http://www.lamette.it/modules.php?name=Live_News&func=LiveNewsView&nid=1835