Recensioni
Tronco – Primo annuale e mezzo resoconto cd (Sincope, 2011)

Thursday 31 March 2011


Tronco può significare un sacco di cose; come aggettivo: privo di una parte, interrotto. Come sostantivo: Fusto legnoso di una pianta arborea, figura solida ottenuta tagliandone una parte, parte del corpo degli animali e dell'uomo. Io qui seguo la suggestione della splendida copertina serigrafata e penso immediatamente a una mutilazione anatomica. Tronco, per capirci meglio, è un duo sperimental/minimalista aperto composto essenzialmente da Francesco (batteria/voce) e Max “Truculentboy” Onza (chitarra/voce e factotum di Mammamiaquantosangue, MastroTitta Produzioni e Sincope). Pezzi rumorosi, brevi e punkeggianti, che si reggono su una struttura essenziale e conchiusa, con testi laconici a base di nonsense e disagio esistenziale. Godereccio è la parola.
14 pezzi 14, che sanno di postcore italiano degli anni novanta e che a tratti – ma solo a tratti – ricordano un po’ la maniera dei primissimi CCCP Fedeli Alla Linea, di cui i nostri vanno sapientemente a rivisitare “Noia”, il classico più in linea con lo spirito di Primo annuale e mezzo resoconto.

Barattoli vuoti, pisolini sul divano tra i vetri rotti, scopate di merda. Se avete capito lo spirito e vi piace, questo disco deve assolutamente essere vostro.

[Simone]

Per contatti, o per avere il cd: http://sincoperec.altervista.org




Questo articolo proviene da:
http://www.lamette.it

L'URL per questa news è:
http://www.lamette.it/modules.php?name=Live_News&func=LiveNewsView&nid=2016