Recensioni
Cayman The Animal – Too old to die young Lp (Mother Ship, 2011)

Friday 22 July 2011


Ma che gruppone, ma che discone: visibilio! Vinile monolato, serigrafato sull’altro con un artwork ove distinguo la mano inconfondibile tra mille di Franco Ratigher, e contenuto musicale all’altezza di cotanto splendore. I Cayman The Animal, prima di essere tali, sono stati moltissime altre cose in quel di Perugia: ad esempio, sono stati gli Ouzo e sono stati gli Ingegno. Punk-hardcore, dunque, ma di quello evoluto e per niente tirato lì a cazzo. Non so, potrebbero ricordarmi la california dei primi anni ’80, sul versante tecnico Dead Kennedys et similia, ma è veramente difficile classificarli. Cambi di tempo, break, trovate inusuali, squisitezza, melodia e incazzo, tutto in uno. Testi intelligenti in un inglese finalmente sintetico e credibile, con tanto di spiegazione in calce.
11 pezzi 11, a comporre un puzzle in cui ogni tassello è indispensabile. Pappatevi però cose come “Drinking & shaving”, “Message in the butthole” (palma d’oro per il miglior titolo di sempre, considerando che io odio Sting), la title track, “The weirdest answer ever given” o il folle riadattamento da Melville contenuto in “The quarter-deck”, tanto per farvi un’idea di come si possa dire tanto in poche righe ed essere personali, originali e venefici.

Per voi pischelli che non ciàvete il piatto: CD allegato al disco vinilico, che riprende quota con mio sommo gaudio.

[Simone]

Per contatti, o per avere il disco: http://caymantheanimal.wordpress.com




Questo articolo proviene da:
http://www.lamette.it

L'URL per questa news è:
http://www.lamette.it/modules.php?name=Live_News&func=LiveNewsView&nid=2047