Recensioni
Gli Ultimi – Storie da un posto qualunque cd (Laida Provincia Crew, Oi! Shop, Tuscia Clan…, 2012)

Monday 17 December 2012


Gli Ultimi saranno i primi. O almeno così sembra, a giudicare dall’evoluzione discografica a presa rapida di questo combo della (laida) provincia capitolina, che in pochi anni di attività ha già messo in piedi due full length, un EP e un notevole seguito urbano ed extraurbano. Probabilmente ha colpito all’unanimità il fatto che i nostri – che in Storie da un posto qualunque non deviano il tiro – coniugano il classico Oi!/streetpunk con una vena melodica e un approccio cantautoriale che con un po’ di approssimazione potrei piazzare a cavallo tra Youngang, Kina e taluni Social Distortion. Tant’è che questo nuovo lavoro raccoglie 13 pezzi 13 che non mancano di narrare storie di precariato, emarginazione, orgoglio, coerenza, incoerenza, veleno e desiderio di libertà, senza mai forzare i toni a favore dell’ormai stereotipata e ostentata “ignoranza”.
Le mie preferite del mazzo sono “Anni novanta” e “Verso casa”, ambedue toccanti e per nulla retoriche: mi piace l’inserzione qua e là di strumenti inusitati per il genere (Hammond, mandolino) e mi piace la scelta della cover, una versione punk del popolare e anonimo “Canto del carcerato”. La presenza, in qualità di guest stars, di signori come il Sardo, Damiano, Teschio, Falla, è infine utile a tracciare una continuità che Gli Ultimi vogliono certamente mantenere rispetto alla scena punk-hardcore degli anni ’90.

Un lavoro ottimo e maturo, che consiglio certamente di reperire (in cd, ma anche in Lp per chi vuole il vinile). Coproduzione multipla: Laida Provincia Crew, Oi! Shop, Tuscia Clan, Dai Sobborghi, Cattive Maniere, Marchiato a Fuoco, Rumagna Sgroza. Standing ovation per l’artwork di Fabiana Attanasio.

[Simone]

Per contatti, o per avere il cd: www.myspace.com/gliultimi




Questo articolo proviene da:
http://www.lamette.it

L'URL per questa news è:
http://www.lamette.it/modules.php?name=Live_News&func=LiveNewsView&nid=2138