Recensioni
Grand Theft Age – We come from your Hell cd (Scarred For Life Records, 2012)

Tuesday 05 February 2013


Fa piacere ritrovare I Grand Theft Age in grande spolvero, con nuova formazione e nuove idee che li proiettano decisamente una spanna sopra rispetto al pur ottimo debut “Sarà una risata che vi seppellirà”. Tanto per cominciare, We come from your Hell è un disco di puro hardcore italiano: incazzato, cantato al 98% nella nostra lingua madre e in continuità con gli anni ’80 nostrani, ma anche coi più prossimi ’90, da cui tra l’altro il cuore del combo è reduce: ma lasciamo da parte il passato e andiamo al presente; l’opener “Infame società”, l’episodio migliore della partita, è un’immediata dichiarazione d’intenti, con i numerosi rimandi anarchici presenti nel testo (“Contro questa / Infame / Società / La mia risata vi seppellirà”). 9 schegge sonore forti di una sezione ritmica precisa, pulita e martellante e di una chitarra che spara riff e soletti a presa rapida e di grande impatto, incentrate su una dimensione lirica di protesta e riscatto, schietta e lontana dalla solita retorica streetpunk.
Nel mucchio, impossibile non fare caso al refrain di “Crocifissione” o all’assalto sonoro di “Tempesta” (che non so perché mi fa venire in mente i Misfits di “Earth A.D.”, questi perduti). Non mancano interazioni con altri gruppi di punta dell’area capitolina, testimoniate dai cameo di Marinaio (Payback), Danny Boy (The Fourth Sin), Lorenzone (Pinta Facile), Blasi (Strength Approach).

Pollice in alto per quello che è sicuramente il disco più interessante uscito a Roma S.P.Q.R. in tempi recenti.

[Simone]

Per contatti, o per avere il cd: www.myspace.com/gtadrunkenpunk




Questo articolo proviene da:
http://www.lamette.it

L'URL per questa news è:
http://www.lamette.it/modules.php?name=Live_News&func=LiveNewsView&nid=2141