Recensioni
Made – Is it different cd (Area Pirata, 2012)

Tuesday 28 January 2014


Attivi fin dalla seconda metà degli anni novanta e inizialmente orbitanti in prossimità del raggio d'azione dei “padrini” Statuto, di cui sono diventati quasi immediatamente support band, i Made di La Spezia sono – allo stato attuale – una delle più longeve mod band della penisola tra quelle ancora in attività, anche se questo nuovo Is it different – che fa seguito al già recensito “They don't understand” e che è senz'ombra di dubbio da considerarsi un lavoro della maturità nel contesto di una discografia ricca ma frammentaria – più che premere sull'acceleratore alla ricerca di funambolismi rock alla Who/Jam, si colloca in una dimensione a cavallo tra il beat degli anni '60 e la psichedelia britannica, distillando atmosfere trasognate e nostalgiche.
10 pezzi 10, per una scaletta che fila molto bene per continuità di intenti e sound tra un episodio e un altro: dovendo scegliere nel mucchio, privilegerei su tutte “Perfumed garden” – in cui mi piace ravvisare anche delle influenze wave – e “She's gone”. Un buon lavoro che avrei dovuto segnalarvi prima, se mille vicissitudini private non mi avessero costretto ad accumulare pile di materiale nel cassetto: quello prodotto da Area Pirata, tuttavia, non può e non deve passare inosservato, tant'è che prima o poi lo tiro fuori e rendo a Cesare quel che è di Cesare.

Come avrete capito, signori, pollice in alto.

[Simone]

Per contatti, o per avere il cd: www.areapirata.com




Questo articolo proviene da:
http://www.lamette.it

L'URL per questa news è:
http://www.lamette.it/modules.php?name=Live_News&func=LiveNewsView&nid=2168