Recensioni
The Pale Flowers - The Pale Flowers cd (Autoprodotto, 2013)

Sunday 08 June 2014


Loro "non aspirano alla popolarità, non si proclamano artisti, non creano musica né tantomeno arte, non creano melodie sofisticate e nemmeno ci provano, non vogliono apparire originali e non vogliono nemmeno imparare a suonare i propri strumenti", e probabilmente, aggiungerei io, non tengono nemmeno particolarmente a piacere. Sto parlando – citando uno stralcio della loro presentazione online – dei Pale Flowers, al debutto con questo omonimo registrato in tre giorni sotto la supervisione di Ferdinando Farro dei Maybe I'm, in quel di Serradarce, in provincia di Salerno.
Ma, malgrado una tale dichiarazione d'intenti in negativo, questi fiorellini spuntati a fatica nel piattume dell'hinterland campano, pallidi ma dal profumo persistente, inebriano con queste dieci tracce impollinate dal folk e impolverate dal country, e sferzate da folate di garage-punk: l’open track "Dreaming you" e "Slaves", in cui balugina l’attitudine di matrice Gun Club; "Looking for a sign" e "Bad reaction", che si avvalgono di incapacità di intendere e di volere alla Ramones-maniera; la vorticosa "Down", e "Cemetery" – soffusa di una romantica attitudine loser – sono solo alcune delle primizie che il mefitico mazzolino offre.

[Lubna Barracuda]

Per contatti, o per avere il cd: thepaleflowers@outlook.it




Questo articolo proviene da:
http://www.lamette.it

L'URL per questa news è:
http://www.lamette.it/modules.php?name=Live_News&func=LiveNewsView&nid=2172