Recensioni
Cento pittori: 24-28/04/2002

Wednesday 29 May 2002


Come gli affezionati lettori di "Lamette" avranno certamente capito, io adoro l'Arte. Quello che davvero mi piace, di essa, è la sua incredibile capacità di ridurre le distanze tra i singoli individui. In una società dove tutti siamo costretti a pensare sempre più a noi stessi, non mi sembra poca cosa. Non si capisce bene perché, ma basta organizzare una esposizione e si diventa di colpo tutti amici, in un clima di allegra solidarietà che rende la vita improvvisamente sopportabile e degna d'essere vissuta. "Prismatica" è stato un degno esempio di questo. Ma ora voglio parlarvi di un altro evento: mercoledì 24 aprile 2002, alle ore 18: 00, si è tenuto il vernissage della tradizionale Mostra d'Arte "Cento pittori di via Margutta": una manifestazione che ha raccolto notevoli consensi fin dalla sua prima edizione, datata 1952, e che anche stavolta ha fatto registrare buona partecipazione di pubblico.

Essa si tiene due volte l'anno: in Primavera e in Autunno, mentre l'edizione natalizia si svolge nella vicina Piazza di Spagna. E si tratta davvero di un evento da non perdere, per restare aggiornati circa l'evoluzione della creatività contemporanea. All'inaugurazione erano presenti numerosi appassionati, giornalisti ed esponenti del mondo culturale capitolino. La storica via Margutta, famosa in tutto il mondo come luogo simbolo del fermento culturale che anima la Capitale, si è così riaccesa di colore, grazie alle numerose opere proposte all'attenzione dei visitatori lungo la strada. Apprezzata madrina della manifestazione è stata la ballerina Carla Fracci, vera e propria icona vivente della Danza italiana, e la sua prestigiosa presenza ha aggiunto un tocco di indubbia classe.

Tra i caratteristici banchetti con l'ombrellino dove i singoli artisti espongono le proprie opere più recenti, quest'anno, per fare qualche nome, si sono potuti ammirare i lavori di personaggi del livello di Laura Anetrini, Barbara Berardicurti, Angelo Bottaro, Leonardo De Magistris, Vittorio Paradisi, Alberto Vespasiani - da tempo presidente dell'Associazione "Cento pittori" -. Da segnalare che di recente l'artista romana Berardicurti ha avuto l'onore di collocare stabilmente un suo quadro nel Palazzo della CEE di Bruxelles.

Grandi nomi, insomma, insieme ad altri forse meno conosciuti al grande pubblico, ma tutti legati da un intento comune: coniugare la quotidianità con l'Arte, celebrando con la fantasia dei colori l'arrivo della Primavera. Va osservato che quest'anno gli espositori sono stati ben 120, in rappresentanza di molti Paesi del mondo, tra i quali Inghilterra, Romania, Sud America, Argentina e Perù. Durante la manifestazione tutte la Gallerie della via sono rimaste aperte, esponendo le opere di firme prestigiose come Franz Borghese, Aldo Riso e tanti altri. La Rassegna, ormai entrata a pieno titolo nella tradizione culturale della città, si è conclusa domenica 28 aprile.

[Fernando Bassoli]




Questo articolo proviene da:
http://www.lamette.it

L'URL per questa news è:
http://www.lamette.it/modules.php?name=Live_News&func=LiveNewsView&nid=256