Benvenuti su Lamette.it
Il portale/webzine più rozzo d´Italia sulla musica & sulla cultura autodistruttiva degli sporchi giovani: contiene punk fetente!
[ Editoriali ] [ Articoli ] [ Recensioni ] [ Interviste ] [ Relics ] [ Coprophagus ] [ Blog ] [ Forum ]

  Menù della Lama
[ Home ]
[ Editoriali ]
[ Articoli ]
[ Recensioni ]
[ Interviste ]
[ Relics ]
[ Coprophagus ]
[ Blog ]
[ Forum ]
[ Calendario concerti ]
[ Links ]
[ Contatti ]
[ MP3/Downloads ]
[ Vocabolario ]
[ Archivio ]
[ Top 20 ]

  Ricerca nel Sito
news
commenti
eventi
links
 

  Sponsor della Lama
SOA Records/Oi! Strike
Randagi Rock Community
Sound Of The Street
Bloody Passion Tattoo
Latitudine 42 Comics & Games
Rave Up Vinyl Agency
Lamette Comics Blog
Blood '77
Killer Penis
Sponsor della Lama

  Old news
Recensioni: Colonna Infame SH – Dalla nostra parte Lp (Oi! Strike, 2013) (1)
Recensioni: Bufalo Kill – Be be bleah! cd (Yorpikus Sound, 2013)
Recensioni: Stigmathe – Fronte di nervi Lp (SOA Records, 2012)
Recensioni: Raise Your Pitch – Tutti Appesi demo-cd (Autoprodotto, 2012)
Recensioni: Trade Unions – Acciaio salmastro e sudore cd (Still Standing Army, Red Sound 21, Bukowski Productions, Cardio Studios, 2011) (1)
Recensioni: Whiskey Füneral - Whiskey Füneral cd (Full Speed Ahead Records, Tornado Ride Records, 2012) (1)
Articoli: Kalashnikov – La città dell’ultima paura 12” picture (D.I.Y., 2013)
Recensioni: Golden Shower – The strange case of the Alaskan dragon breath cd (Area Pirata, 2013)
Interviste: Klaxon
Recensioni: Because The Bean – Indifferenza nera 7’’ (Bertani Dischi e Salami, United We stand, FFC Productions…, 2012)

Tutte le News

  Commenti
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: The Pale Flowers - The Pale Flowers cd (Autoprodotto, 2013) di: Randy
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: Eyalz
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: clickme
Re: Amelie Tritesse/Tre Tigri Contro split 7” (Autoprodotto, 2013) di: clickme
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123

Tutti i commenti

 
Pagina Stampabile Invia ad un amico Commenta

Recensioni Monday 02 January 2006:
AAVV - Cattive storie di provincia (Il Foglio, 2005)

Purtroppo per noi, ogni giorno i giornali ci ricordano che viviamo in un mondo di merda. Ce lo conferma il libro Cattive storie di provincia, ma non se ne può fare certo una colpa agli autori, perché se uno scrittore è sempre testimone del proprio tempo, è giusto lasciare tracce significative di ciò che il mondo è o è diventato in quel dato momento storico. C’è chi dice che è stato sempre così e chi invece sostiene che va sempre peggio, molti condannano certo morboso rilievo dato dai massmedia, altri appoggiano la linea-Maurizio Costanzo: parlare sempre di tutto, anche delle tematiche più scabrose, anche a costo di scatenare pericolosi effetti imitativi.

Una cosa è certa: come scriveva Schopenauer, nell’uomo c’è una belva in potenza e del resto basta andare a leggersi “Serial killer italiani” di Gordiano Lupi (come pure certi personaggi dei miei libri) per farsi un’idea molto precisa di fatti e misfatti partoriti da un bizzarro essere bipede tra i più crudeli in assoluto, in barba all’intelletto e alla coscienza che pure dovrebbe porre dei freni inibitori…

Se si scatena la violenza, non si salva nessuno. E non c’è pietà. E la genesi della violenza segue percorsi misteriosi ed imprevedibili.

La provincia italiana, in questo, non ha nulla da invidiare alle metropoli, anzi: sovente è proprio nei piccoli centri (io, vivendo a Latina, ne so qualcosa) come la Piombino che fa da sfondo alle singole narrazioni, che si nascondono i peggiori mostri. Ma ci si accorge di loro solo quando è troppo tardi.

Il pietoso sistema penale italiano fa poi il resto. Perché oggi pensare che il Canaro della Magliana camperà facendo il fattorino di un commercialista dà veramente da pensare.

Il volume si compone di sei storie di sei autori diversi:
Gordiano Lupi, Maria Mazzei, Sacha Naspini (fresca premiata al Premio Daniele Boccardi), Franco Micheletti (già autore dello splendido “Dubai: operazione martirio”), Yuri Leoncini e Irene Di Natale.
Apre “Il palazzo” di Lupi, del quale in tempi non sospetti Simone Lucciola ebbe a scrivere quanto segue: “Nel suo cinismo quasi monicelliano si stempera un affresco fortemente critico della società in genere e della provincia in particolare. Poche pennellate decisive e decise, insomma, per un quadro veritiero quanto spietato della situazione. La provincia come triangolo delle Bermude, la provincia come luogo di appartenenza, la provincia come spazio ubiquo: la provincia come deposito di rottami, come circolo vizioso, come greve avello, come appendice inutile; la provincia con tutto il suo carico di frustrati, di irrisolti, di abbrutiti, di ribelli in pensione, di monomaniaci, di bigotti. Di rituali pseudo-religiosi portati avanti per coprire il vuoto. Di gente che non ha mai letto nulla”.

Notevole la trama ricca di suspance ordita da Micheletti, diventato Direttore editoriale “Voci della Maremma”, il quale sta dando alle stampe racconti e romanzi che sembrano figli felici di lunghe e sudate revisioni. Una storia complessa, la sua, con medium e sedute spiritiche che aggiungono alla vicenda un tocco di esoterismo che insapora non poco quella che è forse la sua migliore dote: elaborare plot che si intersecano e si imbrogliano, per dirla alla Moravia, fino alla risoluzione finale.

Da un punto di vista meramente psicologico, ho trovato interessante “La mia migliore amica”, nel quale Mazzei mette a nudo l’ambiguità di quei saldi rapporti amicali che sembrano legare in eterno due donne ed invece celano dei rancori mai sopiti e una somma di reciproche ipocrisie che infine deflagrano…

Scrive molto bene la pisana Irene di Natale, che non a caso si è laureata in Lingue con tesi sulle Scuole di scrittura creativa (sono nate in America, nell’Università dell’Iowa).
Il suo racconto ci ricorda che l’America è lontana e che dunque non sempre è vero che i sogni sono una promessa fatta dagli Dei che prima o poi verrà esaudita…

La vita di provincia è proprio questo: disincanto, presa di coscienza del proprio misero destino, ipocrisia, squallore.
E poi i tanti mali della nostra epoca: disagio minorile, microcriminalità, solitudine, caduta dei valori, inutilità della moda in tutta la sua effimera espressione ed insoddisfazione: signore e signori, anche questo è l'Italia… perché – scrive Naspini – “la cosa peggiore è l’impossibilità”. E di cose impossibili perfino da sognare, in provincia ve ne sono davvero tante, al di là di fin troppe contraddizioni, come del caso dell’Arlecchina di Leoncini (“Puttana era e puttana morì. Ma amata da tutti”).

Preziose le illustrazioni di Elena Migliorini.

AA.VV., Cattive Storie di Provincia, Eif – Edizioni Il Foglio, Pagg. 131, euro 10, 00

[Fernando Bassoli]



www.ilfoglioletterario.it
ordini: ilfoglio@infol.it
info: lupi@infol.it

 
  Fototeca
Crack! 2006 - Fumetti Dirompenti / Vinavyl - Omaggio a Stefano Tamburini - Forte Prenestino, Roma, 08-11/06/2006
Crack! 2006 - Fumetti Dirompenti / Vinavyl - Omaggio a Stefano Tamburini - Forte Prenestino, Roma, 08-11/06/2006


  Calendario Concerti

Tutto il Calendario

  Sostieni la Lama

  Gemelli Tossici
TeleFree.iT
City Of The Dead
Cultura Elettronica
Il Tropico Del Garigliano

  Sondaggi
Cosa pensi della nuova sezione MP3/Downloads?

Era l'unico vero deficit di Lamette. Ora non più.
Era ora di aggiornarsi, tutti hanno i free album.
I free album di Lamette sono i più fichi di tutti.
Non ne sapevo un cazzo, corro a mandarvi il mio!
Non scarico MP3, i dischi o li compro o li ignoro.



Risultati
Sondaggi

Voti: 63
Commenti: 178

  Cronologia della Lama
Sunday 22 September 2019


Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.662 Secondi