Benvenuti su Lamette.it
Il portale/webzine più rozzo d´Italia sulla musica & sulla cultura autodistruttiva degli sporchi giovani: contiene punk fetente!
[ Editoriali ] [ Articoli ] [ Recensioni ] [ Interviste ] [ Relics ] [ Coprophagus ] [ Blog ] [ Forum ]

  Menù della Lama
[ Home ]
[ Editoriali ]
[ Articoli ]
[ Recensioni ]
[ Interviste ]
[ Relics ]
[ Coprophagus ]
[ Blog ]
[ Forum ]
[ Calendario concerti ]
[ Links ]
[ Contatti ]
[ MP3/Downloads ]
[ Vocabolario ]
[ Archivio ]
[ Top 20 ]

  Ricerca nel Sito
news
commenti
eventi
links
 

  Sponsor della Lama
SOA Records/Oi! Strike
Randagi Rock Community
Sound Of The Street
Bloody Passion Tattoo
Latitudine 42 Comics & Games
Rave Up Vinyl Agency
Lamette Comics Blog
Blood '77
Killer Penis
Sponsor della Lama

  Old news
Recensioni: Colonna Infame SH – Dalla nostra parte Lp (Oi! Strike, 2013) (1)
Recensioni: Bufalo Kill – Be be bleah! cd (Yorpikus Sound, 2013)
Recensioni: Stigmathe – Fronte di nervi Lp (SOA Records, 2012)
Recensioni: Raise Your Pitch – Tutti Appesi demo-cd (Autoprodotto, 2012)
Recensioni: Trade Unions – Acciaio salmastro e sudore cd (Still Standing Army, Red Sound 21, Bukowski Productions, Cardio Studios, 2011) (1)
Recensioni: Whiskey Füneral - Whiskey Füneral cd (Full Speed Ahead Records, Tornado Ride Records, 2012) (1)
Articoli: Kalashnikov – La città dell’ultima paura 12” picture (D.I.Y., 2013)
Recensioni: Golden Shower – The strange case of the Alaskan dragon breath cd (Area Pirata, 2013)
Interviste: Klaxon
Recensioni: Because The Bean – Indifferenza nera 7’’ (Bertani Dischi e Salami, United We stand, FFC Productions…, 2012)

Tutte le News

  Commenti
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: The Pale Flowers - The Pale Flowers cd (Autoprodotto, 2013) di: Randy
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: Eyalz
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: clickme
Re: Amelie Tritesse/Tre Tigri Contro split 7” (Autoprodotto, 2013) di: clickme
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123

Tutti i commenti

 
Pagina Stampabile Invia ad un amico Commenta

Recensioni Sunday 18 December 2005:
Gordiano Lupi - Nemici miei (Stampa Alternativa, 2005)

Ecco un saggio coraggioso, saggio che è in sintesi la denuncia argomentata di tutto ciò che è o può essere interpretato come una sorta di truffa mascherata che galleggia – proprio come sterco - nel difficile oceano editoriale: un mare magnum che molto spesso delude, dai meccanismi intrinsechi qualche volta scellerati.
Nemici miei di Gordiano Lupi è un piccolo viaggio nel dolore e nella disillusione che tante volte finisce per mettere k.o. scrittori con buone possibilità artistiche, ma incapaci di adeguarsi alle regole del gioco, in un mondo dove avere un bel culo conta più del sale in zucca o di tre-quattro lauree nel curriculum.

Il merito di questa indagine è il mettere a nudo il limite fisiologico dell’industria culturale. Squarciare il velo di Maya dell’ipocrisia.

Quando dare alle stampe libri era solo il fiore all’occhiello di grandi gruppi finanziari certo la qualità se ne giovava, oggi invece ci provano veramente tutti e bisogna dire che Gordiano Lupi, nel criticare apertamente questo o quell’intoccabile o presunto tale, mette proprio il dito nella piaga.

Ci sono autori che non meritano di stare nel giro: lo sappiamo tutti, come sappiamo che ci sono editori a pagamento, agenti truffaldini (figure ambigue e mitologiche) e corsi di scrittura mutuati dall’esperienza americana, che sbocciano ovunque e che, se indubbiamente servono a qualcosa, hanno pure dei limiti evidenti, uno per tutti quello di non poter certo garantire una carriera soddisfacente ai loro entusiasti partecipanti.
Il guaio è che ci sono ad esempio i 41.000visitatori41.000 dell’ultima Fiera del libro di Roma ad alimentare tutto questo, perché più che 41.000 lettori, essi sono 41.000 aspiranti scrittori: ed è appunto questo il nocciolo della questione.

Da questo equivoco nasce il disastro che è poi deformato dal potere devastante e massificante di un demonio chiamato televisione, avallato dal gianobifrontismo complice del 99% degli intellettuali italiani, che da un lato ne criticano aspramente i meccanismi e dall’altro si mettono in fila per raccattare i facili soldi delle ospitate in tv.

E purtroppo veritiera risulta essere anche la ricostruzione della metastasi che sta alla base dell’intero disastro, e cioè il fatto che lo scrittore che vende tanto, anzi tantissimo, non è colui il quale ha mano fatata o mondi rari da raccontare, ma il volto famoso, il cognome di celebre origine, il divo pallonaio, la velina di turno, l’ultima fiamma dello show-man di grido: tutto ciò che fa audience elevate insomma.

Nessuno può negare che sia così, e i grandi editori-distributori-rivenditori seguono pedissequamente questo infernale trend, che produce l’infausto effetto di degradare una pletora di lettori-caproni (nessun riferimente al poeta omonimo, naturalmente) che si incamminano verso la libreria sotto casa per mostrare l’ultima copertina alla fidanzata e sentirsi così intellettuali.
A volte va giù duro, il Lupi, e a volte forse esagera, ma anche quando esagera con alcune definizioni di singoli personaggi che ne escono malconci, ammesso che possa importare loro qualcosa, lo fa sempre con passione autentica e ne esce dunque perdonato. Del resto il bello della democrazia sta appunto nella libertà d’espressione. Oppure no?

Quel che spiace è che con questo suo volume finisca per ottenere il paradossale effetto di garantire pubblicità a chi non ne avrebbe comunque bisogno, e in questa considerazione sta forse la chiave per comprendere il motivo di certe classifiche di vendita che possono apparire sconcertanti: il fatto è che se un libro è brutto, non lascia indifferenti e così la gente comincia a parlarne, forse anche solo per il piacere di criticare, spettegolare e sputare sentenze, ed ecco che il meccanismo della cassa di risonanza è lanciato…
Il messaggio più importante di “Nemici miei”, la presa di posizione che merita plauso si ha quando l’autore afferma che la vera rivoluzione contemporanea sarebbe quella di avere la forza di spengere la televisione e scegliere le letture usando la propria testa… Bisogna convenire che l’operazione non è così semplice, il bombardamento di marchette è talmente fitto che risulta ben difficile. Letto “Nemici miei”, salvezza pare non esserci: non ci resta che provare a ragionarci su e a far ragionare gli altri, magari scrivendo articoli o libri in merito, come nel caso de quo. Non so dire se servirà, ma almeno Gordiano Lupi ci ha provato. E scusate se è poco, di questi tempi…

Da ultimo si noti che il Lupi cita il nostro Lamette.it in apertura del volume (non certo per parlarne male), e questo ci fa particolarmente piacere.


Gordiano Lupi, Nemici miei, Stampa Alternativa, pagg. 122, Euro 9,00

[Fernando Bassoli]



 
  Fototeca
Vice Squad
Vice Squad


  Calendario Concerti

Tutto il Calendario

  Sostieni la Lama

  Gemelli Tossici
TeleFree.iT
City Of The Dead
Cultura Elettronica
Il Tropico Del Garigliano

  Sondaggi
Cosa pensi della nuova sezione MP3/Downloads?

Era l'unico vero deficit di Lamette. Ora non più.
Era ora di aggiornarsi, tutti hanno i free album.
I free album di Lamette sono i più fichi di tutti.
Non ne sapevo un cazzo, corro a mandarvi il mio!
Non scarico MP3, i dischi o li compro o li ignoro.



Risultati
Sondaggi

Voti: 63
Commenti: 181

  Cronologia della Lama
Tuesday 10 December 2019


Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.193 Secondi