Benvenuti su Lamette.it
Il portale/webzine più rozzo d´Italia sulla musica & sulla cultura autodistruttiva degli sporchi giovani: contiene punk fetente!
[ Editoriali ] [ Articoli ] [ Recensioni ] [ Interviste ] [ Relics ] [ Coprophagus ] [ Blog ] [ Forum ]

  Menù della Lama
[ Home ]
[ Editoriali ]
[ Articoli ]
[ Recensioni ]
[ Interviste ]
[ Relics ]
[ Coprophagus ]
[ Blog ]
[ Forum ]
[ Calendario concerti ]
[ Links ]
[ Contatti ]
[ MP3/Downloads ]
[ Vocabolario ]
[ Archivio ]
[ Top 20 ]

  Ricerca nel Sito
news
commenti
eventi
links
 

  Sponsor della Lama
SOA Records/Oi! Strike
Randagi Rock Community
Sound Of The Street
Bloody Passion Tattoo
Latitudine 42 Comics & Games
Rave Up Vinyl Agency
Lamette Comics Blog
Blood '77
Killer Penis
Sponsor della Lama

  Old news
Recensioni: Colonna Infame SH – Dalla nostra parte Lp (Oi! Strike, 2013) (1)
Recensioni: Bufalo Kill – Be be bleah! cd (Yorpikus Sound, 2013)
Recensioni: Stigmathe – Fronte di nervi Lp (SOA Records, 2012)
Recensioni: Raise Your Pitch – Tutti Appesi demo-cd (Autoprodotto, 2012)
Recensioni: Trade Unions – Acciaio salmastro e sudore cd (Still Standing Army, Red Sound 21, Bukowski Productions, Cardio Studios, 2011) (1)
Recensioni: Whiskey Füneral - Whiskey Füneral cd (Full Speed Ahead Records, Tornado Ride Records, 2012) (1)
Articoli: Kalashnikov – La città dell’ultima paura 12” picture (D.I.Y., 2013)
Recensioni: Golden Shower – The strange case of the Alaskan dragon breath cd (Area Pirata, 2013)
Interviste: Klaxon
Recensioni: Because The Bean – Indifferenza nera 7’’ (Bertani Dischi e Salami, United We stand, FFC Productions…, 2012)

Tutte le News

  Commenti
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: The Pale Flowers - The Pale Flowers cd (Autoprodotto, 2013) di: Randy
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: Eyalz
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: clickme
Re: Amelie Tritesse/Tre Tigri Contro split 7” (Autoprodotto, 2013) di: clickme
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123

Tutti i commenti

 
Pagina Stampabile Invia ad un amico Commenta

Recensioni Thursday 20 April 2006:
Miguel Ángel Martín – The complete Brian The Brain (Coniglio Editore, 2006)

Ricordo perfettamente quando mi capitò per la prima volta tra le mani il primo albo dell’edizione Topolin di Brian The Brain: correva la fine degli anni novanta, e il sottoscritto rimase colpito dalla crudeltà e dall’efficacia dell’idea di base, senza però ricavarne un quadro clinico completo. Pensai ad una serie di strip ciniche tipo le Sturmtruppen, e annotai un pollice in alto nel mio cervello per nulla paranormale.
Mi ricordai dell’appunto solo qualche anno più tardi, quando ricominciai a leggere fumetti dopo una lunga lobotomia. Tendente come sempre alla terapia d’urto, chiesi di punto in bianco a Sbrock di prestarmi tutta l’opera tradotta in italiano di Miguel Ángel Martín, e obbediente come Garibaldi il nostro si presentò a casa mia con una decina di albi Topolin, tra cui “Anal Core” e l’incriminatissimo “Psychopatia Sexualis”, a suo tempo sequestrato dalla magistratura spaghetti mafia pizza e mandolino. Capii immediatamente tre cose. Che “Brian The Brain” era un capolavoro; che “Brian The Brain” era seriale; che “Brian The Brain” era l’opera più accattivante delle tre che avevo appena letto. Mi mangiai le mani per due motivi. Perché gli albi erano ormai esauriti e io al contrario di altri ero stato così stronzo da ignorarli, e poi perché la serie si interrompeva bruscamente, così come l’operato della mitica casa editrice. Ho continuato a mangiarmi le mani fino a questo momento, cioè fino alla ristampa dell’opera omnia in un unico, lussuoso volume.

Motivazioni della mia subitanea ma ossimoricamente tarda adorazione per il personaggio: l’ulteriore ossimoro tra un tratto schematico e freddamente naif e un soggetto di una crudeltà mentale immensa, quasi inconcepibile; contraddizione apparente che ne acuisce ulteriormente l’atrocità, al punto da replicare su carta stampata l’effetto di un’unghia su una lavagna. Leggendo The complete Brian The Brain sarete più volte tentati di chiudere il libro per non conoscere il seguito sempre più spietato del tecnomelodramma, perché di questo si tratta: la neo-neo-neorealistica storia di un bambino mutante in un futuribile quanto paradossalmente credibile incubo biologico. Il povero Brian – nato con la calotta cranica scoperchiata a causa di uno dei tanti esperimenti genetici a cui la madre si sottopone come cavia per sbarcare il lunario – deve infatti vedersela ogni giorno con tutti gli insormontabili gap tipici del subnormale: l’emarginazione sociale, gli infiniti effetti collaterali della propria enorme e abnorme materia grigia, uno sfacelo familiare annunciato e in degenero rapido quanto inesorabile. Intorno a lui, un universo di infelici e problematici, che si calamitano nella sua orbita sia perché chi si assomiglia si piglia, sia perché il suo cervello enorme corrisponde a una spiccata sensibilità per il dolore altrui, nonché a un inguaribile ottimismo che viene di volta in volta deluso e tradito da una realtà sempre più cruda man mano che si gira pagina.

Come morale della favola, Brian finirà i suoi giorni in un istituto per paranormali, aiutando ormai consapevolmente una ricerca scientifica bieca, corrotta e a doppio taglio, e chiedendosi se sarà il caso di “plastinare” il suo cervello post mortem, onde esporlo un giorno in un museo di arte contemporanea.

Una favola senza cuore per bambini cresciuti, che si evolve come un tumore a prognosi infausta per la bellezza di 184 pagine di cui oltre 40 finora del tutto inedite in Italia. Nonché – devo dirlo – uno dei più bei fumetti degli ultimi vent’anni (Martín ha vinto lo Yellow Kid nel 1999 come miglior autore europeo, e secondo me ci stava tutto). Abbiate immediatamente quest’albo nella vostra fumettoteca prima che vi tocchi mangiarvi le mani come da incipit. E più non dimandate.

The complete Brian The Brain – Un tecnomelodramma del XXI secolo, Coniglio Editore, 2006, pp. 184, 15 €.

[Simone]



Per ordinare il libro, scrivete a: redazione@coniglioeditore.it
www.coniglioeditore.it


Commenti:

Re: Miguel Ángel Martín – The complete Brian The Brain (Coniglio Editore, 2006)
La tenerezza e il coraggio di Brian ( come quello di Miguel Angel Martin) sono pari solo all'ineluttabile disastro dell'umanità che ci viene raccontato. Già a distanza di pochi anni quello che veniva descritto in Brian the Brain (o presagito?) appare già molto meno lontano, e questo fa tremare, come impressiona il grado di rassegnazione dei protagonisti al loro inevitabile destino. La realtà che vivono hanno imparato ad accettarla e non un dubbio si insinua tra loro, a parte le riflessioni di Brian che nella sua lucida consapevolezza cerca in ogni piccolo spiraglio un pò di luce pur sapendo che ogni strada gli sarà sbarrata.
Mi sono sempre chiesto (leggendo anche le altre cose di Martin) se l'autore provi un qualche compiacimento per quello che racconta o se alla stregua di Brian alimenta fievoli speranze.
Compratevi questo fumetto e dite qualcosa su questo dannato sito!

buona lettura.

Sbrock.

20/04/2006 di: lestrigone

Re: Miguel Ángel Martín – The complete Brian The Brain (Coniglio Editore, 2006)
Non so perchè ma io Martin lo odio. Oh.

21/04/2006 di: Genea

Re: Miguel Ángel Martín – The complete Brian The Brain (Coniglio Editore, 2006)
ma psychopatia è ancora meglio

29/04/2006 di: BrokenBarbie

 
  Fototeca
Lamette 4 Release Party
Lamette 4 Release Party


  Calendario Concerti

Tutto il Calendario

  Sostieni la Lama

  Gemelli Tossici
TeleFree.iT
City Of The Dead
Cultura Elettronica
Il Tropico Del Garigliano

  Sondaggi
Cosa pensi della nuova sezione MP3/Downloads?

Era l'unico vero deficit di Lamette. Ora non più.
Era ora di aggiornarsi, tutti hanno i free album.
I free album di Lamette sono i più fichi di tutti.
Non ne sapevo un cazzo, corro a mandarvi il mio!
Non scarico MP3, i dischi o li compro o li ignoro.



Risultati
Sondaggi

Voti: 63
Commenti: 178

  Cronologia della Lama
Wednesday 18 September 2019
oggi nel 1952: Nasce in Germania Douglas Colvin aka Dee Dee Ramone, inventore assoluto dei tre accordi. One-two-three-four!


Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.066 Secondi