Benvenuti su Lamette.it
Il portale/webzine più rozzo d´Italia sulla musica & sulla cultura autodistruttiva degli sporchi giovani: contiene punk fetente!
[ Editoriali ] [ Articoli ] [ Recensioni ] [ Interviste ] [ Relics ] [ Coprophagus ] [ Blog ] [ Forum ]

  Menù della Lama
[ Home ]
[ Editoriali ]
[ Articoli ]
[ Recensioni ]
[ Interviste ]
[ Relics ]
[ Coprophagus ]
[ Blog ]
[ Forum ]
[ Calendario concerti ]
[ Links ]
[ Contatti ]
[ MP3/Downloads ]
[ Vocabolario ]
[ Archivio ]
[ Top 20 ]

  Ricerca nel Sito
news
commenti
eventi
links
 

  Sponsor della Lama
SOA Records/Oi! Strike
Randagi Rock Community
Sound Of The Street
Bloody Passion Tattoo
Latitudine 42 Comics & Games
Rave Up Vinyl Agency
Lamette Comics Blog
Blood '77
Killer Penis
Sponsor della Lama

  Old news
Recensioni: Colonna Infame SH – Dalla nostra parte Lp (Oi! Strike, 2013) (1)
Recensioni: Bufalo Kill – Be be bleah! cd (Yorpikus Sound, 2013)
Recensioni: Stigmathe – Fronte di nervi Lp (SOA Records, 2012)
Recensioni: Raise Your Pitch – Tutti Appesi demo-cd (Autoprodotto, 2012)
Recensioni: Trade Unions – Acciaio salmastro e sudore cd (Still Standing Army, Red Sound 21, Bukowski Productions, Cardio Studios, 2011) (1)
Recensioni: Whiskey Füneral - Whiskey Füneral cd (Full Speed Ahead Records, Tornado Ride Records, 2012) (1)
Articoli: Kalashnikov – La città dell’ultima paura 12” picture (D.I.Y., 2013)
Recensioni: Golden Shower – The strange case of the Alaskan dragon breath cd (Area Pirata, 2013)
Interviste: Klaxon
Recensioni: Because The Bean – Indifferenza nera 7’’ (Bertani Dischi e Salami, United We stand, FFC Productions…, 2012)

Tutte le News

  Commenti
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: The Pale Flowers - The Pale Flowers cd (Autoprodotto, 2013) di: Randy
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: Eyalz
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: clickme
Re: Amelie Tritesse/Tre Tigri Contro split 7” (Autoprodotto, 2013) di: clickme
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123

Tutti i commenti

 
Pagina Stampabile Invia ad un amico Commenta

Interviste Friday 03 November 2006:
Raw Power

Portano il nome di uno dei più famosi dischi di musica tosta di tutti i tempi, sono parte integrante della vecchia scuola punk-hardcore italiana dal 1981, non si sono fermati mai, in America hanno una reputazione fantasmagorica e godono - udite udite - del beneficio di ristampe all'estero. Chi sono? Tre secondi per indovinare.
Uno, due e tre: Raw Power, naturalmente.
La parola al disponibilissimo Mauro Codeluppi, storico cantante della bénd di Poviglio, per una lunga intervista con il nostro implacabile inviato Sveden. Da non perdere!

D: Dove trovi l'energia e gli stimoli per andare avanti con la band? In Italia gente di una certa età (con tutto rispetto...) che sta ancora sopra un palco non se ne vede molta, invece in altri paesi sì: perché secondo te?

R: Questa è molto facile, l'energia ti viene dalla voglia di suonare, dalla continua voglia di vedere sempre nuovi posti, incontrare sempre nuova gente e salire su un palco e suonare, saltare, urlare, insomma fare un po' quello che bene o male ti ha divertito di più negli ultimi venti anni. Non ti so dire come mai il fenomeno (di noi vecchietti) sia più una cosa estera che italiana, forse è che qui da noi si sta alla fine molto meglio che in altri paesi, nonostante ci si lamenti sempre (ma questo è un fenomeno tipico italiano), perciò arriva un punto della tua vita in cui ti chiedi: "Ma chi me lo fa fare a 40 anni di continuare ad andare spesso in posti brutti e sporchi, dormire per terra come un barbone e il tutto senza prendere una lira?". Allora una volta che ti fai queste domande e la risposta che ti sei sempre dato - e cioè che lo fai per la passione e per la voglia di suonare - non ti basta più, allora decidi di smettere e qui da noi a casa si sta comunque bene: hai tutto quello che vuoi e che ti serve. Noi penso siamo abbastanza atipici in questo, siamo stati in giro per tanto di quel tempo e abbiamo visto e fatto tanto che non so, almeno per adesso rimane impossibile privarmene, anche se a volte quando vai in certi posti ti chiedi cosa ci fai lì a 45 anni suonati, però poi la festa comincia e si riparte di nuovo e non vedi l'ora di fare il prossimo concerto.

D: "Screams from the gutter": penso sia uno dei migliori dischi HC di sempre; se non fosse stato prodotto da una label americana credi che avrebbe avuto lo stesso successo? Pensi che sareste andati lo stesso a fare la famosa tournee americana?

R: Prima di tutto ti ringrazio per il complimento, anche se effettivamente non perché è nostro ma sembra che sia un disco niente male a detta di molti. Per quanto riguarda la sua popolarità sicuramente è dovuta al fatto che sia stato fatto sotto etichetta americana anche se pur sempre minuscola, per la tounee quella si sarebbe fatta comunque dato che il motivo principale fu comunque l'essere apparsi su "Welcome to 1984" di Maximum Rock'N'Roll per volere di Jello Biafra.

D: In italia avete avuto lo stesso apprezzamento riscosso negli USA: se foste stati un gruppo americano credi che oggi sareste più famosi qui o avreste venduto di più?

R: Beh, non sono sicuro che la fama dei Raw Power sia pari qui rispetto agli Stati Uniti: forse ultimamente e inspiegabilmente siamo diventati "famosi " anche in Italia, ma non dobbiamo dimenticare che siamo stati snobbati qui da noi per anni, praticamente dagli inizi degli anni '80 fino ai '90 inoltrati. Sempre per stupidi motivi, ma così è stato. Se poi fossimo stati un gruppo americano è difficile dire se avremmo avuto più successo: probabilmente sì, dato che normalmente una cosa che arriva dagli States qui da noi ha successo, a prescindere dal fatto che a casa loro ne abbia o meno.

D: I Raw power sono solo una passione o sono diventati un lavoro? In poche parole, ci si vive di musica in Italia? Moltissime band straniere riescono a fare lunghi tour e a far uscire spesso materiale, mentre qui organizzare concerti diventa un'impresa: cosa non funziona in Italia?

R: Assolutamente no, ci si muore di fame, almeno come Raw Power: se fai altri generi o cover magari ci svivacchi, Raw Power è solo passione. Tieni presente che tanti gruppi stranieri continuano a fare tour su tour in Europa perché qui vengono pagati molto, mentre a casa loro non prendono una lira (e te ne potrei elencare parecchi!). Per quanto riguarda i concerti, al momento non sono d'accordo sul fatto che non ce ne siano, anzi, in certi periodi forse ne abbiamo anche troppi... anni fa sì che era così: ti dovevi accontentare di uno o due concerti al mese. Adesso tutte le sere in giro per l'Italia ci sono concerti, casomai bisogna vedere di che qualità è la band e di che tipo è il locale. Spesso purtroppo si organizzano concerti in posti dove non si dovrebbe, posti dove l'impianto audio è un lusso, considerato quasi una cosa non necessaria, con il risultato che poi nessuno sente una mazza e tutti finiscono per essere scontenti.

D: Vai ancora a vedere concerti? Ultimo visto?

R: È molto difficile che vada apposta per vedere un gruppo, magari ci vado più per stare in compagnia. Anche perché tempo fa sono stato a vedere gruppi su cui sbavavo quando ero più giovane e ascoltavo i loro dischi, poi una volta visti dal vivo non riuscivo più nemmeno a sentire il vinile per quanto mi avevano fatto schifo. Un concerto in cui mi sono divertito molto e che sicuramente andrei a rivedere è stato quello degli Stiff Little Fingers un paio di anni fa: penso anche sia uno degli ultimi dove sono stato. Ripeto, lì sono andato apposta per vedere loro, poi ultimamente sono anche stato al Gods Of Metal, ma ero lì più che altro per portarci mia figlia. Non so perché non vado molto spesso: forse un po' è anche invidia... vedere loro suonare e tu giù dal palco, forse...

D: Grazie ad internet pensi sia migliorata la scena punk? Il fatto di poter scaricare musica gratis e di potersi fare dei siti aiuta la scena? Sento spesso distributori che si lamentano per le poche vendite: credi sia colpa di Internet?

R: Certamente Internet ha aiutato la musica, specialmente quella "alternativa" e se vogliamo povera, quella che non avrebbe altrimenti avuto i mezzi per farsi conoscere per vari motivi: soldi, posizione geografica o spesso il non sapere cosa fare per farsi conoscere. Con Internet tutto è molto più facile e a costo zero. È chiaro che come per tutte le cose ci sono i lati positivi e negativi: per quanto riguarda lo scaricarsi la musica, può essere un problema per le etichette. Personalmente non mi interessa, dato che tanto a noi soldi non ce ne sono mai venuti in tasca comunque!

D: Meglio le webzine o le vecchie fanzine?

R: Personalmente preferisco le fanzine. Mi piace più leggere su carta, sicuramente però è molto più moderna e attuale una webzine. Magari viene letta di più. Se io dovessi mai fare una delle due, sicuramente opterei per la fanzine.

D: Cosa ne pensi del T.V.O.R. tour e del fatto che alcune band si siano riformate? Secondo te lo hanno fatto per prendersi un po' di successo che non hanno avuto all'inizio? Voi siete stati invitati a suonarci?

R: Posso farti un no comment?

D:Quali sono i tuoi dischi preferiti di sempre?

D: Tutto quello che è hardcore californiano dei primi anni ottanta, ma se devo nominare qualche band direi sicuramente: Circle Jerks, Black Flag, Adolescents e Minor Threat.

D: Il disco dei Raw power che ha venduto più copie? Avete mai avuto problemi con qualche label?

R: "Screams from the gutter": leggenda vuole che dopo 3/4 anni avesse venduto 25000 copie. Ripeto, questo per sentito dire: in più voglio non crederci, dato che a noi non è praticamente mai venuto in tasca niente. Con le label i problemi sono sempre i soliti; promozione=soldi / niente soldi=niente promozione, nel nostro giro è sempre stata così!... ma ci si fa il callo, ti incazzi ma ti ci abitui.

Mauro, Lamette ti lascia campo libero: dì ciò che vuoi!

Cosa vuoi che dica? Prima di tutto ti ringrazio per aver voluto farmi le domande e seconda cosa, voglio invitare tutti quelli che leggeranno questa intervista a venire e vedere e ad ascoltare i Raw Power e a divertisi come facciamo noi: penso che nonostante tutti questi anni siamo ancora una band che dal vivo ha ancora molta energia. Ciao a tutti e ancora grazie tante da parte mia e dei ragazzi. Per ultimo vorrei anche ricordare che anche quest'anno, come tutti gli anni dalla scomparsa di mio fratello, il 27/12 suoneremo all'AQ16 di Reggio Emila, quest'anno con Mr Tomato e Atrox.

[Sveden]



 
  Fototeca
Atrox
Atrox


  Calendario Concerti

Tutto il Calendario

  Sostieni la Lama

  Gemelli Tossici
TeleFree.iT
City Of The Dead
Cultura Elettronica
Il Tropico Del Garigliano

  Sondaggi
Cosa pensi della nuova sezione MP3/Downloads?

Era l'unico vero deficit di Lamette. Ora non più.
Era ora di aggiornarsi, tutti hanno i free album.
I free album di Lamette sono i più fichi di tutti.
Non ne sapevo un cazzo, corro a mandarvi il mio!
Non scarico MP3, i dischi o li compro o li ignoro.



Risultati
Sondaggi

Voti: 63
Commenti: 178

  Cronologia della Lama
Monday 23 September 2019


Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.072 Secondi