Benvenuti su Lamette.it
Il portale/webzine più rozzo d´Italia sulla musica & sulla cultura autodistruttiva degli sporchi giovani: contiene punk fetente!
[ Editoriali ] [ Articoli ] [ Recensioni ] [ Interviste ] [ Relics ] [ Coprophagus ] [ Blog ] [ Forum ]

  Menù della Lama
[ Home ]
[ Editoriali ]
[ Articoli ]
[ Recensioni ]
[ Interviste ]
[ Relics ]
[ Coprophagus ]
[ Blog ]
[ Forum ]
[ Calendario concerti ]
[ Links ]
[ Contatti ]
[ MP3/Downloads ]
[ Vocabolario ]
[ Archivio ]
[ Top 20 ]

  Ricerca nel Sito
news
commenti
eventi
links
 

  Sponsor della Lama
SOA Records/Oi! Strike
Randagi Rock Community
Sound Of The Street
Bloody Passion Tattoo
Latitudine 42 Comics & Games
Rave Up Vinyl Agency
Lamette Comics Blog
Blood '77
Killer Penis
Sponsor della Lama

  Old news
Recensioni: Colonna Infame SH – Dalla nostra parte Lp (Oi! Strike, 2013) (1)
Recensioni: Bufalo Kill – Be be bleah! cd (Yorpikus Sound, 2013)
Recensioni: Stigmathe – Fronte di nervi Lp (SOA Records, 2012)
Recensioni: Raise Your Pitch – Tutti Appesi demo-cd (Autoprodotto, 2012)
Recensioni: Trade Unions – Acciaio salmastro e sudore cd (Still Standing Army, Red Sound 21, Bukowski Productions, Cardio Studios, 2011) (1)
Recensioni: Whiskey Füneral - Whiskey Füneral cd (Full Speed Ahead Records, Tornado Ride Records, 2012) (1)
Articoli: Kalashnikov – La città dell’ultima paura 12” picture (D.I.Y., 2013)
Recensioni: Golden Shower – The strange case of the Alaskan dragon breath cd (Area Pirata, 2013)
Interviste: Klaxon
Recensioni: Because The Bean – Indifferenza nera 7’’ (Bertani Dischi e Salami, United We stand, FFC Productions…, 2012)

Tutte le News

  Commenti
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: The Pale Flowers - The Pale Flowers cd (Autoprodotto, 2013) di: Randy
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: Eyalz
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: clickme
Re: Amelie Tritesse/Tre Tigri Contro split 7” (Autoprodotto, 2013) di: clickme
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123

Tutti i commenti

 
Pagina Stampabile Invia ad un amico Commenta

Recensioni Sunday 02 December 2001:
Agnostic Front + The Distillers + Death Threat live al Forte, Roma, 30/11/01

Il massacro hardcore. Era ora che si finisse nuovamente intrappolati in un mosh come si deve, sospinti dalla violenza sonora inenarrabile di una leggenda dell'hc americano: i redivivi Agnostic Front nella capitale, dal vivo per noi bastardi.

Che si poteva volere di più? Boh, forse i primi Sucidal Tendencies, ma bisognava andare proprio per assurdo…

Ok, vai col report, che comunque, per vari motivi, non sarà molto esauriente.

Arriviamo in sovrabbondante ritardo a concerto iniziato, io, Ermete e il barbone Franko: abbiamo già incorpato qualche bottiglia lungo il viaggio, quindi il freddo si sente meno. Ci perdiamo rovinosamente all'interno della strettoia infinita venutasi a creare all'interno del cunicoloso Forte, a causa dell'affluenza mostruosa. Praticamente ogni metro cubo contiene almeno un paio di amici che non vedevi da più o meno tempo. Il panorama circostante è infatti in linea di massima tutto baci, abbracci, bottiglie e cappottoni.

Per i saluti, giuro, solo per i saluti, ci siamo persi integralmente sia i Death Threat che i Distillers. L'unica informazione che ho raccolto a proposito dei Distillers è che la moglie di Tim Armstrong che ci suona è una "sorcòna". Io non l'ho incontrata, però.

Ma torniamo ora a fare del giornalismo serio, parlando invece degli Agnostic Front, che hanno di certo messo su uno dei live-acts più coinvolgenti che mi sia capitato di vedere in tutta l'ultima annata. Un puro concentrato di cazzìmma, con il buon Roger Miret che saltava da una parte all'altra del palco, dimenticandosi dei suoi (credo) quasi quaranta e il pubblico delle prime file stritolato dal pogo incalzante. I nostri ogni tanto lanciavano un caloroso commento verso l'audience, esprimendosi nel robaoante pastiche italoamericano di Little Italy (roba tipo: "Fìlli a puttana", "Vafangùlo" o "Proud to be italian, gràssie").

Dopo due minuti, come di consueto, ho preso anche una gran capocciata in bocca: quest'anno ci ho l'abbonamento.

I classici, manco a dirlo, ci sono stati eccome: tutte le varie "Victim in pain", "Blind justice", "Friend or foe" sono state immancabilmente eseguite al fianco dei pezzi nuovi che noi non conoscevamo. Epocale la cover di "Take 'em all" dei Cock Sparrer, eseguita verso la fine: si è rischiato veramente che ci scappasse il morto. Ah, l'eccesso collettivo di temperamento.

Vabbè, come al solito a fine concerto il terreno era un campo minato, a causa delle solite cose disseminate in giro: cicche, cocci, merda di cane, lattine, Danko; tutti sono andati felici alla maison, compresi noi. Altre dodicimila lire rubate alle FS (FerroviedelloStato o FessadiSòreta, come dir si voglia): alè, vai così.

[Simone]


 
  Fototeca
Italia Brucia!
Italia Brucia!


  Calendario Concerti

Tutto il Calendario

  Sostieni la Lama

  Gemelli Tossici
TeleFree.iT
City Of The Dead
Cultura Elettronica
Il Tropico Del Garigliano

  Sondaggi
Cosa pensi della nuova sezione MP3/Downloads?

Era l'unico vero deficit di Lamette. Ora non più.
Era ora di aggiornarsi, tutti hanno i free album.
I free album di Lamette sono i più fichi di tutti.
Non ne sapevo un cazzo, corro a mandarvi il mio!
Non scarico MP3, i dischi o li compro o li ignoro.



Risultati
Sondaggi

Voti: 63
Commenti: 178

  Cronologia della Lama
Saturday 19 October 2019


Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.039 Secondi