Benvenuti su Lamette.it
Il portale/webzine più rozzo d´Italia sulla musica & sulla cultura autodistruttiva degli sporchi giovani: contiene punk fetente!
[ Editoriali ] [ Articoli ] [ Recensioni ] [ Interviste ] [ Relics ] [ Coprophagus ] [ Blog ] [ Forum ]

  Menù della Lama
[ Home ]
[ Editoriali ]
[ Articoli ]
[ Recensioni ]
[ Interviste ]
[ Relics ]
[ Coprophagus ]
[ Blog ]
[ Forum ]
[ Calendario concerti ]
[ Links ]
[ Contatti ]
[ MP3/Downloads ]
[ Vocabolario ]
[ Archivio ]
[ Top 20 ]

  Ricerca nel Sito
news
commenti
eventi
links
 

  Sponsor della Lama
SOA Records/Oi! Strike
Randagi Rock Community
Sound Of The Street
Bloody Passion Tattoo
Latitudine 42 Comics & Games
Rave Up Vinyl Agency
Lamette Comics Blog
Blood '77
Killer Penis
Sponsor della Lama

  Old news
Recensioni: Colonna Infame SH – Dalla nostra parte Lp (Oi! Strike, 2013) (1)
Recensioni: Bufalo Kill – Be be bleah! cd (Yorpikus Sound, 2013)
Recensioni: Stigmathe – Fronte di nervi Lp (SOA Records, 2012)
Recensioni: Raise Your Pitch – Tutti Appesi demo-cd (Autoprodotto, 2012)
Recensioni: Trade Unions – Acciaio salmastro e sudore cd (Still Standing Army, Red Sound 21, Bukowski Productions, Cardio Studios, 2011) (1)
Recensioni: Whiskey Füneral - Whiskey Füneral cd (Full Speed Ahead Records, Tornado Ride Records, 2012) (1)
Articoli: Kalashnikov – La città dell’ultima paura 12” picture (D.I.Y., 2013)
Recensioni: Golden Shower – The strange case of the Alaskan dragon breath cd (Area Pirata, 2013)
Interviste: Klaxon
Recensioni: Because The Bean – Indifferenza nera 7’’ (Bertani Dischi e Salami, United We stand, FFC Productions…, 2012)

Tutte le News

  Commenti
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: The Pale Flowers - The Pale Flowers cd (Autoprodotto, 2013) di: Randy
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: Eyalz
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: clickme
Re: Amelie Tritesse/Tre Tigri Contro split 7” (Autoprodotto, 2013) di: clickme
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123

Tutti i commenti

 
Pagina Stampabile Invia ad un amico Commenta

Articoli Wednesday 16 January 2002:
I ribelli dello spazio (racconto di fantascienza)

Tra elianici ed analuxiani v'era una grande, sostanziale differenza: mentre i primi vedevano coi loro occhi, esattamente come i terrestri, i secondi erano completamente ciechi. Poter vedere, del resto, non gli serviva a nulla, dato che erano stati condannati a vivere su Analuxon: un satellite immerso nella più totale oscurità. Tutte le percezioni del mondo esterno degli analuxiani si verificavano esclusivamente a livello emotivo e, nel corso del tempo, la loro sensibilità s'era dunque sviluppata e raffinata in modo assolutamente straordinario. Un tempo, essi vivevano sul pianeta Elios Kà, dov'erano stati costretti a svolgere i lavori più umili e faticosi, come la costruzione delle strade che collegavano ogni zona del pianeta, divenuto un'unica, immensa città percorribile in lungo e in largo senza la minima difficoltà di spostamento. Elios Kà era abitato dagli androidi elianici, dediti al culto della divinità cosmica Gordia Pau, della quale il Dittatore Eliogondlir si diceva figlio, legittimando così il potere assoluto che esercitava arbitrariamente sui sudditi inermi.

Le origini del pianeta risalivano all'ormai lontanissimo anno solare 123.990, poco prima della definitiva esplosione della Terra, causata da una serie di reazioni a catena derivanti da attentati ai danni delle maggiori Centrali nucleari.

Nell'anno XHG, però, un gruppo di intellettuali ribelli, guidati dal coraggioso Kuon@, decise di contrastare lo strapotere del Dittatore ed organizzò un colpo di Stato vero e proprio, seppure condotto attraverso sofisticatissime metodologie extrasensoriali. La ribellione fu però soffocata sul nascere da una violenta repressione condotta da Feroximus, Generale superiore della Polizia gladiatoria elianica al servizio di sua maestà Eliogondlir. Come sempre avviene in questi casi, la punizione fu durissima: la maggior parte dei rivoluzionari fu rinchiusa in carcere, e se nessuno di essi venne ucciso, fu solo perché gli analuxiani erano entità immortali, programmate per perpetuare sé stesse dopo la totale estinzione del genere umano.

Sottoposti a processo sommario, senza la minima possibilità di difendersi o far valere le proprie ragioni, i ribelli di Kuon@ furono infine condannati al confino su un satellite artificiale denominato Analuxon, appositamente creato in laboratorio dai geniali scienziati elianici e collocato tra il Sole nero di Ysaar e la Cometa spenta Lotharias B. Scopo della punizione era tenerli ben lontani da Elios Kà, dove il Gran Dittatore Eliogondlir continuava a spadroneggiare impunemente, facendo il bello ed il cattivo tempo a suo piacimento. E la sua logica era molto semplice: secondo quanto previsto dalla sua memoria interna, era stato destinato al comando: niente o nessuno poteva rivendicare il diritto di mettersi tra lui ed il sommo potere che esercitava in piena autonomia. Un giorno, però, Elios Kà fu colpita da un virus d'origine ignota, che si diffuse a macchia d'olio tra gli androidi, causando una strage senza precedenti. In breve, la popolazione fu decimata, ma, quando ormai tutto sembrava perduto, gli scienziati scoprirono, seppure in modo assolutamente casuale, che il virus non si riproduceva in condizioni di oscurità, ma solo in presenza di luce.

All'improvviso, buio significava salvezza, ma gli elianici sapevano bene che era impossibile oscurare il Sole rosso di Askraal, che forniva l'energia necessaria al mantenimento della vita del pianeta. Elios Kà sembrava dunque irrimediabilmente destinato all'estinzione. Dopo febbrili consultazioni con i più stretti collaboratori, ad Eliogondlir non restò che fuggire proprio su Analuxon, il satellite immerso nel buio perenne, portandosi dietro un manipolo di fedeli seguaci coi quali riorganizzarsi, ed abbandonando il pianeta al suo triste destino.

Mentre la Morte stendeva il suo freddo mantello su Elios Kà, il Dittatore cercò d'adattarsi alla nuova condizione di sopravvivenza, convinto d'essere ormai in salvo. Ma non aveva fatto i conti con sé stesso e con la sua capacità d'adattamento ormai atrofizzata. La totale incapacità di provare emozioni, infatti, lo isolò di fatto dal resto del satellite. Eliogondlir, del resto, era stato programmato per esaminare e risolvere i problemi in maniera razionale, scientifica. Ma il calcolo non serviva a nulla in un mondo nel quale l'emozione rappresentava l'unico strumento per spostarsi, comunicare e perfino alimentare il proprio sistema di autoregolazione interna: quello che assicurava l'immortalità. Ormai rassegnato al peggio, il Dittatore osservò impotente i suoi compagni soccombere uno dopo l'altro, senza poter fare nulla, finché, stremato, prese ancora una volta la decisione che gli sembrava più razionale ed economica: il suicidio, procedura estrema da attuarsi mediante l'attivazione del processo di autocombustione presente nella memoria interna di ciascun elianico.

Un attimo prima del fatale gesto, però, ripercorse la sua intera esistenza ed ebbe la netta percezione di qualcosa che tuttavia non riuscì a classificare secondo i dati presenti nel suo archivio cybernetico: qualcosa di molto simile al rimpianto.

Un nanosecondo dopo compì l'ultima azione della sua vita ed esplose, disperdendosi nell'Universo. Il Dittatore era infine battuto. Seppure in modo del tutto imprevedibile, la ribellione degli analuxiani si era conclusa con una grande vittoria. L'emozione e la passione dei più deboli avevano prevalso sulla fredda razionalità dei forti. Per la prima volta, Analuxon fu rischiarato da una fiammata molto simile alla luce: quella della Libertà appena conquistata.

Kuon@ ed i suoi non avevano occhi, eppure quel giorno versarono lacrime di gioia dal cuore. Vinto il Male, gli analuxiani potevano prepararsi ad una nuova vita.

[Fernando Bassoli]


 
  Fototeca
Uk Subs
Uk Subs


  Calendario Concerti

Tutto il Calendario

  Sostieni la Lama

  Gemelli Tossici
TeleFree.iT
City Of The Dead
Cultura Elettronica
Il Tropico Del Garigliano

  Sondaggi
Cosa pensi della nuova sezione MP3/Downloads?

Era l'unico vero deficit di Lamette. Ora non più.
Era ora di aggiornarsi, tutti hanno i free album.
I free album di Lamette sono i più fichi di tutti.
Non ne sapevo un cazzo, corro a mandarvi il mio!
Non scarico MP3, i dischi o li compro o li ignoro.



Risultati
Sondaggi

Voti: 63
Commenti: 178

  Cronologia della Lama
Wednesday 16 October 2019
oggi nel 1978: Esce il 45 giri "Alternative Ulster" degli Stiff Little Fingers.


Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.067 Secondi