Benvenuti su Lamette.it
Il portale/webzine più rozzo d´Italia sulla musica & sulla cultura autodistruttiva degli sporchi giovani: contiene punk fetente!
[ Editoriali ] [ Articoli ] [ Recensioni ] [ Interviste ] [ Relics ] [ Coprophagus ] [ Blog ] [ Forum ]

  Menù della Lama
[ Home ]
[ Editoriali ]
[ Articoli ]
[ Recensioni ]
[ Interviste ]
[ Relics ]
[ Coprophagus ]
[ Blog ]
[ Forum ]
[ Calendario concerti ]
[ Links ]
[ Contatti ]
[ MP3/Downloads ]
[ Vocabolario ]
[ Archivio ]
[ Top 20 ]

  Ricerca nel Sito
news
commenti
eventi
links
 

  Sponsor della Lama
SOA Records/Oi! Strike
Randagi Rock Community
Sound Of The Street
Bloody Passion Tattoo
Latitudine 42 Comics & Games
Rave Up Vinyl Agency
Lamette Comics Blog
Blood '77
Killer Penis
Sponsor della Lama

  Old news
Recensioni: Colonna Infame SH – Dalla nostra parte Lp (Oi! Strike, 2013) (1)
Recensioni: Bufalo Kill – Be be bleah! cd (Yorpikus Sound, 2013)
Recensioni: Stigmathe – Fronte di nervi Lp (SOA Records, 2012)
Recensioni: Raise Your Pitch – Tutti Appesi demo-cd (Autoprodotto, 2012)
Recensioni: Trade Unions – Acciaio salmastro e sudore cd (Still Standing Army, Red Sound 21, Bukowski Productions, Cardio Studios, 2011) (1)
Recensioni: Whiskey Füneral - Whiskey Füneral cd (Full Speed Ahead Records, Tornado Ride Records, 2012) (1)
Articoli: Kalashnikov – La città dell’ultima paura 12” picture (D.I.Y., 2013)
Recensioni: Golden Shower – The strange case of the Alaskan dragon breath cd (Area Pirata, 2013)
Interviste: Klaxon
Recensioni: Because The Bean – Indifferenza nera 7’’ (Bertani Dischi e Salami, United We stand, FFC Productions…, 2012)

Tutte le News

  Commenti
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: The Pale Flowers - The Pale Flowers cd (Autoprodotto, 2013) di: Randy
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: Eyalz
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: clickme
Re: Amelie Tritesse/Tre Tigri Contro split 7” (Autoprodotto, 2013) di: clickme
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123

Tutti i commenti

 
Pagina Stampabile Invia ad un amico Commenta

Recensioni Monday 25 August 2008:
Vegetebol – Controculture cd (Roma Libera Records, 2008)

Che cos’è precisamente un Vegetebol? Il Vegetebol è una creatura di Roberto Perciballi: una sorta di profilo nasuto privo di occhi e con bocca a cuore, che si caratterizza per il fatto che non vede, non sente e non parla. Tra l’altro, ho notato che il Vegetebol somiglia stranamente ad alcune sagome di Alain Mikli, e mi sa tanto che è arrivato prima Perciballi, con buona pace della France. Anche perché il gruppo Vegetebol, messo su da Roberto e Lorenzo Tovoli, esiste da oltre dieci anni ed ha già all’attivo un disco, “Nanuneino”, che io comprai casualmente da Disfunzioni Musicali parecchi eoni fa, quando mi ero appena trasferito a Roma. I Vegetebol in effetti non sono né un gruppo punk né – per nostra fortuna – un mix tra Klaxon e Bloody Riot, anche perché i due storici combos romani bastano benissimo a se stessi. Sono piuttosto una sorta di crossover tra pop, ska, rock italiano e ovviamente punk-hardcore, con testi personalissimi, che qualcuno potrebbe definire improntati sul sociale, anche se qui in effetti non si sventola nessuna bandiera se non quella (forse nera e a tratti rossa) del dissidente isolato, che si è rotto i coglioni di tutto e non perde occasione per dirlo a chiare lettere. “Nanuneino”, che era in parte ancora legato alle roots musicali dei nostri, conteneva dei piccoli classici (chi ha avuto la fortuna di ascoltare la versione “uncut” di “Roma Libera” dovrebbe quasi sicuramente convenire) e si distingueva per una spiccata vena sarcastica. Controculture, molto meno faceto e easy-listening (non ve la cavate con un ascolto), sviluppa invece un tema caro al Perci fin dall’inizio del suo (controverso) avvicinarsi al mondo delle gallerie e delle mostre “ufficiali”, e cioè quello della funzionalità sociale dell’arte.

Trovo abbastanza buffo il fatto che ieri notte, dopo aver ascoltato questo disco, mi sia capitato fra le mani in un documentario su Mario Schifano, Franco Angeli e Tano Festa, tre artisti con base operativa a Roma che nei lontani anni sessanta avevano iniziato a teorizzare qualcosa del genere, in maniera che per i tempi era estrema quanto il punk: non a caso, potreste imbattervi in un loro quadro appeso in una macelleria di Testaccio, così come potreste trovarlo in una villa di Hollywood. Ma probabilmente sto divagando. Ad ogni modo, guardate i lavori di Roberto contenuti nel booklet (curiosi split tra armi da fuoco e utensili tipici del creatore di artefatti: chitarre, cineprese, colori a olio) e fatevi due conti, ripensando a quanti cervelli abbia potuto portare “fuori binario” la musica, la pittura o la cultura in generale, quando la si utilizzava come un cacafuoco.

Condivido a grandi linee la weltanschauung espressa in questi dieci pezzi, e anzi, quasi quasi mi viene da fargli una standing ovation quando, a proposito dei caduti di Nassiriya (l’italiano medio direbbe impropriamente “martiri”), cantano finalmente la sacrosanta verità, e cioè che “se vivi uccidendo altre persone la tua famiglia mangia sangue”. Cari connazionali, avete mai sentito nominare il termine “mercenario”? Forse deve venire a spiegarvelo il fantasma di Giovanni Dalle Bande Nere…

Un disco probabilmente non facile, ma che appunto per questo ho apprezzato moltissimo (ne ascolto tanti, ultimamente, e devo dire che ormai li preferisco, perché non fanno sottofondo, ma reclamano tutti i tuoi neuroni) e che mi sento di consigliare vivamente. Ignorantoni alla ricerca di casino senza messaggio, state attenti: questo potrebbe rischiare di arricchirvi un minimo. Il sano rock’n’roll è meraviglioso e sono il primo a dirlo, ma non esiste solo quello. Prendetene atto.

[Simone]

Per contatti, o per avere il cd: www.myspace.com/vegetebol


 
  Fototeca
Sid Vicious - Sex Pistols live
Sid Vicious - Sex Pistols live


  Calendario Concerti

Tutto il Calendario

  Sostieni la Lama

  Gemelli Tossici
TeleFree.iT
City Of The Dead
Cultura Elettronica
Il Tropico Del Garigliano

  Sondaggi
Cosa pensi della nuova sezione MP3/Downloads?

Era l'unico vero deficit di Lamette. Ora non più.
Era ora di aggiornarsi, tutti hanno i free album.
I free album di Lamette sono i più fichi di tutti.
Non ne sapevo un cazzo, corro a mandarvi il mio!
Non scarico MP3, i dischi o li compro o li ignoro.



Risultati
Sondaggi

Voti: 63
Commenti: 178

  Cronologia della Lama
Sunday 22 September 2019


Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.139 Secondi