Benvenuti su Lamette.it
Il portale/webzine più rozzo d´Italia sulla musica & sulla cultura autodistruttiva degli sporchi giovani: contiene punk fetente!
[ Editoriali ] [ Articoli ] [ Recensioni ] [ Interviste ] [ Relics ] [ Coprophagus ] [ Blog ] [ Forum ]

  Menù della Lama
[ Home ]
[ Editoriali ]
[ Articoli ]
[ Recensioni ]
[ Interviste ]
[ Relics ]
[ Coprophagus ]
[ Blog ]
[ Forum ]
[ Calendario concerti ]
[ Links ]
[ Contatti ]
[ MP3/Downloads ]
[ Vocabolario ]
[ Archivio ]
[ Top 20 ]

  Ricerca nel Sito
news
commenti
eventi
links
 

  Sponsor della Lama
SOA Records/Oi! Strike
Randagi Rock Community
Sound Of The Street
Bloody Passion Tattoo
Latitudine 42 Comics & Games
Rave Up Vinyl Agency
Lamette Comics Blog
Blood '77
Killer Penis
Sponsor della Lama

  Old news
Recensioni: Colonna Infame SH – Dalla nostra parte Lp (Oi! Strike, 2013) (1)
Recensioni: Bufalo Kill – Be be bleah! cd (Yorpikus Sound, 2013)
Recensioni: Stigmathe – Fronte di nervi Lp (SOA Records, 2012)
Recensioni: Raise Your Pitch – Tutti Appesi demo-cd (Autoprodotto, 2012)
Recensioni: Trade Unions – Acciaio salmastro e sudore cd (Still Standing Army, Red Sound 21, Bukowski Productions, Cardio Studios, 2011) (1)
Recensioni: Whiskey Füneral - Whiskey Füneral cd (Full Speed Ahead Records, Tornado Ride Records, 2012) (1)
Articoli: Kalashnikov – La città dell’ultima paura 12” picture (D.I.Y., 2013)
Recensioni: Golden Shower – The strange case of the Alaskan dragon breath cd (Area Pirata, 2013)
Interviste: Klaxon
Recensioni: Because The Bean – Indifferenza nera 7’’ (Bertani Dischi e Salami, United We stand, FFC Productions…, 2012)

Tutte le News

  Commenti
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: The Pale Flowers - The Pale Flowers cd (Autoprodotto, 2013) di: Randy
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: Eyalz
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: clickme
Re: Amelie Tritesse/Tre Tigri Contro split 7” (Autoprodotto, 2013) di: clickme
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123

Tutti i commenti

 
Pagina Stampabile Invia ad un amico Commenta

Editoriali Monday 01 April 2002:
Bandiere per camicie

Attenzione: questo editoriale contiene molta, ma molta polemica. Iniziamo dal principio, cioè da due settimane fa.

Avevo un mucchio di lavoro arretrato da sbrigare, anzi, per dirla meglio, una catasta di incombenze: corto da girare, libro da impaginare, mostra da allestire, posta da spedire, disegni da disegnare, pezzi da provare, concerto da suonare, sbronze da smaltire, studio da riconsiderare. La voglia di suicidarmi era tanta.

Bandiera nera!

Dopo aver brevemente riflettuto sull'eventualità di inalare il tubo del gas dopo averlo appositamente scardinato dal lavèllo, ho ritenuto invece opportuno mettermi all'opera in tutti i settori. Di conseguenza mi sono tosto chiuso nelle quattro mura di casa, non fuoriuscendone mai se non per bisogni primari come birra e sigarette. Com'è ovvio, chi in questi giorni ha provato a telefonarmi si è beccato di tutto, dal vaffanculo ringhiato alla conversazione brutalmente liquidata dopo tre secondi: confesso che spesso ho addirittura ucciso il dannato trillo mettendo fuori posto la cornetta o depositando il cellulare nel water casalingo. Porgo le mie più sincere scuse a chi ultimamente non ha ricevuto da me la dovuta attenzione: non siete stati poi così tanto inopportuni, sono io che quando (una volta l'anno) ho troppo da fare divento, per forza di cose, visibilmente stronzo e menefreghista nei confronti del mondo esterno.

Comunque, per la cronaca, i miei lunghi autobocchini sono serviti a qualcosa: tant'è vero che ora vi beccate un aggiornamento multiplo su tutta la linea, il mio libro può finalmente uscire, ho un numero decente di cose da esporre alla mostra collettiva "Prismatica" (di cui parleremo a lungo nelle prossime puntate), il cortometraggio di Andrea Grieco titolato "Vertex" e interpretato dal sottoscritto sta per essere montato e sabato sera la Gioventù Bruciata era sul luogo del concerto, che non ho avuto tempo di pubblicizzare sul sito e che comunque non si è fatto.

Ok, veniamo al concerto che non si è fatto.

Esso, organizzato da Daniele "Bestia", amico nostro di noi tutti, doveva svolgersi nel centro asociale di Acilia. Gruppi previsti in scaletta tantissimi, tra cui i Rout, gli Allergia, gli Hateful (già Oltraggio), i Discard Of System e noi. Purtroppo, già dall'inizio della serata la tensione era palpabile con mano e tagliarla con un grissino sarebbe stato difficile, a causa dei numerosi, infami e sempre luridi fricchettoni abbestia che stavano lì a drogarsi, a mangiare le scatole di Ciappi dei loro cani e a rotolarsi nella merda proprio nello spazio antistante il palco, cioè dove le persone normali, musicofile e sicuramente non tossiche avrebbero voluto scatenare il pogo o seguire attivamente il concerto.

Ora, siccome 'sto sottospecie di centro sociale di Acilia pullula di fricchettoni, ma che dico, è gestito da fricchettoni, in luogo del concerto di Hateful, Gioventù Bruciata, Discard Of System e altri ancora, si è avuta una Royal Rumble come non se ne vedevano dai tempi in cui il wrestling andava ancora in onda su Italia Uno. Più o meno la formazione è stata la solita di sempre: skins & punx TNT contro freaks del cazzo, zozzoni, punkabbestia & altri rifiuti solidi urbani.

Motivo del diverbio: una bandiera nera esibita sul palco. A pensarci fa ridere ma, credeteci o no, 'sti zozzi fricchettoni hanno concluso, dedotto e sentenziato che i punx sono fascisti, che gli skins sono nazi e che il concerto andava boicottato all'istante, staccando la corrente e salendo indesideratamente sul palco a comiziare sull'accaduto. Siccome anche i modi di manifestare questa stupida volontà sono stati di merda, qualche tamarro impasticcato si è in breve ritrovato ad essere preso a calci da decine di onesti ragazzi che volevano solo sentire musica, e che dopo essere stati definiti fascisti e nazisti da quattro blatte modaiole e drogate, si sono giustamente regolati di conseguenza.

Ma passiamo ora a un breve glossario dedicato a voi ignoranti che ancora prendete bandiere per camicie; se anche dopo questa spiegazione ancora non avete capito nulla e pensate che la bandiera nera sia un simbolo fascista, allora fatemi un cazzo di piacere: smettete di leggere "Lamette". Non collegatevi mai più qui. Sparite.

Bandiera nera = atavico simbolo anarchico, presente fin dalla notte dei tempi, poi cantato anche nella nota canzone degli anni venti a titolo "Figli dell'officina", poi divenuto il nome di un gruppo punk famosissimo, di certo non di destra. Il colore nero della bandiera, con molta fantasia, è tutt'al più assimilabile al nero della bandiera pirata battuta un tempo da certe imbarcazioni, ma sicuramente NON fraintendibile con altro.

Camicia nera = parte integrante e caratterizzante della divisa fascista e del look mussoliniano. Di qui la definizione "camicie nere", sostantivo poi applicato nel 1922 a coloro i quali marciarono su Roma. Ancora una volta, questo particolare uso del nero NON è sicuramente fraintendibile con altro.

Conclusione e morale della favola: non vi voglio manco dire di boicottare questo o quell'altro posto, perché la propaganda, positiva o negativa che sia, me la ficco in culo nel 90% dei casi. Tuttavia sappiate che chi è veramente da boicottare, e da bandire ora e sempre, sono gli individui decerebrati, massificati, omologati e in definitiva coglioni che si avvicinano alla nostra bella scena laziale senza esserne degni. Sono quelli che non ci credono. Che non capiscono o non vogliono capire, o non possono capire o non devono capire.

E per concludere, un messaggio per il ragazzo che ha interrotto il concerto e ha tolto il microfono a Pippo, fermo restando che rimarrà comunque anonimo: mi fai molta pena. Ci fai molta pena. Lascia stare la politica. Lascia stare il punk. Lascia stare tutto.

[Simone]



Commenti:

Re: Bandiere per camicie
mi sono imbattuto in questo sito surfando e leggedo cosa è capitato al concerto all'indaffaratissimo simone c'è mancato poco che mi cadavno la braccia. voglio dire questo che ci sono ancora degli stronzi che si fanno trasportare dallemode o da ciò che passa in quel momento solo per far rivivere la cazzutaggine che ignorano totalmente cosa sia. un po di cultura non guasterebbe a nessuno e basta col giudicare solo dal colore di qulsiasi cosa. basta vedere nero x pensare ai fasci e rosso x pensare alle zecche. vaffanculo a ste stronzate .

27/10/2006 di: smoki

 
  Fototeca
Lamettomaniacs - Kidney Pussycat
Lamettomaniacs - Kidney Pussycat


  Calendario Concerti

Tutto il Calendario

  Sostieni la Lama

  Gemelli Tossici
TeleFree.iT
City Of The Dead
Cultura Elettronica
Il Tropico Del Garigliano

  Sondaggi
Cosa pensi della nuova sezione MP3/Downloads?

Era l'unico vero deficit di Lamette. Ora non più.
Era ora di aggiornarsi, tutti hanno i free album.
I free album di Lamette sono i più fichi di tutti.
Non ne sapevo un cazzo, corro a mandarvi il mio!
Non scarico MP3, i dischi o li compro o li ignoro.



Risultati
Sondaggi

Voti: 63
Commenti: 181

  Cronologia della Lama
Wednesday 20 November 2019


Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.051 Secondi