Benvenuti su Lamette.it
Il portale/webzine più rozzo d´Italia sulla musica & sulla cultura autodistruttiva degli sporchi giovani: contiene punk fetente!
[ Editoriali ] [ Articoli ] [ Recensioni ] [ Interviste ] [ Relics ] [ Coprophagus ] [ Blog ] [ Forum ]

  Menù della Lama
[ Home ]
[ Editoriali ]
[ Articoli ]
[ Recensioni ]
[ Interviste ]
[ Relics ]
[ Coprophagus ]
[ Blog ]
[ Forum ]
[ Calendario concerti ]
[ Links ]
[ Contatti ]
[ MP3/Downloads ]
[ Vocabolario ]
[ Archivio ]
[ Top 20 ]

  Ricerca nel Sito
news
commenti
eventi
links
 

  Sponsor della Lama
SOA Records/Oi! Strike
Randagi Rock Community
Sound Of The Street
Bloody Passion Tattoo
Latitudine 42 Comics & Games
Rave Up Vinyl Agency
Lamette Comics Blog
Blood '77
Killer Penis
Sponsor della Lama

  Old news
Recensioni: Colonna Infame SH – Dalla nostra parte Lp (Oi! Strike, 2013) (1)
Recensioni: Bufalo Kill – Be be bleah! cd (Yorpikus Sound, 2013)
Recensioni: Stigmathe – Fronte di nervi Lp (SOA Records, 2012)
Recensioni: Raise Your Pitch – Tutti Appesi demo-cd (Autoprodotto, 2012)
Recensioni: Trade Unions – Acciaio salmastro e sudore cd (Still Standing Army, Red Sound 21, Bukowski Productions, Cardio Studios, 2011) (1)
Recensioni: Whiskey Füneral - Whiskey Füneral cd (Full Speed Ahead Records, Tornado Ride Records, 2012)
Articoli: Kalashnikov – La città dell’ultima paura 12” picture (D.I.Y., 2013)
Recensioni: Golden Shower – The strange case of the Alaskan dragon breath cd (Area Pirata, 2013)
Interviste: Klaxon
Recensioni: Because The Bean – Indifferenza nera 7’’ (Bertani Dischi e Salami, United We stand, FFC Productions…, 2012)

Tutte le News

  Commenti
Cool di: sosoabram
cool di: sosoabram
Re: Luigi Bonanni (Centocelle City Rockers, Garçon Fatal) di: rightjobspk11
Re: Gola profonda (Deep throat, USA, 1972, col.) di Jerry Gerard (Gerard Damiano) di: rightjobspk11
Re: G. G. Allin (1956/1993) di: rightjobspk11
Re: Trade Unions – Acciaio salmastro e sudore cd (Still Standing Army, Red Sound 21, Bukowski Productions, Cardio Studios, 2011) di: rightjobspk11
Re: G. G. Allin (1956/1993) di: monica123
Re: G. G. Allin (1956/1993) di: monica123

Tutti i commenti

 
Pagina Stampabile Invia ad un amico Commenta

Recensioni Monday 04 November 2013:
Dead End Street – Dead End Street 7’’ (Hellnation, Aggrobeat, 2013)

Sono diversi giorni che faccio girare questo microsolco avanti e indietro, anche se di solito per dire quello che ho da dire un ascolto mi basta, e più spesso attacco a scrivere mentre il disco sta ancora frullando sul piatto. La questione è semplice: sulle prime temevo di perdermi qualcosa per strada, poi in seconda battuta mi sono reso conto che mi piace, in terza che mi piace molto, e infine che può rimanere lì per un mese almeno. Dead End Street è un sette pollici che va dritto al sodo, e certamente Damiano Costantini non smentisce il suo trademark inossidabile nel tempo: uomo dalle mille band, in quindici anni che lo conosco ha suonato con quasi tutti i gruppi hardcore/streetpunk capitolini che contano (Bierkampf, Colonna Infame, Strength Approach, Payback, saltuariamente devo averlo visto anche con i DUAP) ed è stato contemporaneamente albero motore di un numero non quantificabile di concerti, compilazioni, etichette, tour, gemellaggi, enodegustazioni, rapine al treno. Trasferendolo fisicamente in Toscana il prodotto non cambia: Damiano ti raccoglie un manipolo di fiancheggiatori provenienti da vari altri circuiti più o meno iperattivi – quello fiorentino in primis – e nel giro di un anno e mezzo ha un nuovo gruppo con un nuovo disco che ha infilato una nuova serie di concertoni. Non contento, scrive anche i testi e rileva le linee vocali. Do not try this at home, verrebbe da dire ai dannati giovani del pubblico.

4 pezzi 4 per il quartetto, che a livello di sonorità si aggira tra i Rose Tattoo (“Outlaw”, la mia preferita, è un chiaro tributo agli australopitechi, e quel “Livin’ on the edge is all he needed” è da film d’azione) e i Social Distortion (la cui vena folk, cantautoriale e un po’ retrospettivo/nostalgica, salta fuori potentemente, ad esempio, nella title track). In realtà io ci vedo molto di più di una valevole band che si ispira a qualcuno o qualcosa, e colgo l’occasione per auspicare un futuro approfondimento della linea autoreferenziale. Ciò detto e controfirmato, 340 copie tra vinile nero e arancione per questa coproduzione italo-olandese che sì, dovete avere perché è una delle migliori cose dell’anno. Sono amici ma non conta, se uno è bravo è bravo.

[Simone]

Per ordinare il disco: robegagl@tin.it


 
  Fototeca
GTA
GTA


  Calendario Concerti

Tutto il Calendario

  Sostieni la Lama

  Gemelli Tossici
TeleFree.iT
City Of The Dead
Cultura Elettronica
Il Tropico Del Garigliano

  Sondaggi
Cosa pensi della nuova sezione MP3/Downloads?

Era l'unico vero deficit di Lamette. Ora non più.
Era ora di aggiornarsi, tutti hanno i free album.
I free album di Lamette sono i più fichi di tutti.
Non ne sapevo un cazzo, corro a mandarvi il mio!
Non scarico MP3, i dischi o li compro o li ignoro.



Risultati
Sondaggi

Voti: 44
Commenti: 65

  Cronologia della Lama
Tuesday 22 August 2017


Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.035 Secondi