Benvenuti su Lamette.it
Il portale/webzine più rozzo d´Italia sulla musica & sulla cultura autodistruttiva degli sporchi giovani: contiene punk fetente!
[ Editoriali ] [ Articoli ] [ Recensioni ] [ Interviste ] [ Relics ] [ Coprophagus ] [ Blog ] [ Forum ]

  Menù della Lama
[ Home ]
[ Editoriali ]
[ Articoli ]
[ Recensioni ]
[ Interviste ]
[ Relics ]
[ Coprophagus ]
[ Blog ]
[ Forum ]
[ Calendario concerti ]
[ Links ]
[ Contatti ]
[ MP3/Downloads ]
[ Vocabolario ]
[ Archivio ]
[ Top 20 ]

  Ricerca nel Sito
news
commenti
eventi
links
 

  Sponsor della Lama
SOA Records/Oi! Strike
Randagi Rock Community
Sound Of The Street
Bloody Passion Tattoo
Latitudine 42 Comics & Games
Rave Up Vinyl Agency
Lamette Comics Blog
Blood '77
Killer Penis
Sponsor della Lama

  Old news
Recensioni: Colonna Infame SH – Dalla nostra parte Lp (Oi! Strike, 2013) (1)
Recensioni: Bufalo Kill – Be be bleah! cd (Yorpikus Sound, 2013)
Recensioni: Stigmathe – Fronte di nervi Lp (SOA Records, 2012)
Recensioni: Raise Your Pitch – Tutti Appesi demo-cd (Autoprodotto, 2012)
Recensioni: Trade Unions – Acciaio salmastro e sudore cd (Still Standing Army, Red Sound 21, Bukowski Productions, Cardio Studios, 2011) (1)
Recensioni: Whiskey Füneral - Whiskey Füneral cd (Full Speed Ahead Records, Tornado Ride Records, 2012) (1)
Articoli: Kalashnikov – La città dell’ultima paura 12” picture (D.I.Y., 2013)
Recensioni: Golden Shower – The strange case of the Alaskan dragon breath cd (Area Pirata, 2013)
Interviste: Klaxon
Recensioni: Because The Bean – Indifferenza nera 7’’ (Bertani Dischi e Salami, United We stand, FFC Productions…, 2012)

Tutte le News

  Commenti
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: The Pale Flowers - The Pale Flowers cd (Autoprodotto, 2013) di: Randy
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: Eyalz
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: clickme
Re: Amelie Tritesse/Tre Tigri Contro split 7” (Autoprodotto, 2013) di: clickme
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123

Tutti i commenti

 
Pagina Stampabile Invia ad un amico Commenta

Interviste Monday 07 October 2002:
Oltre Confine

Per la serie: Formia e i suoi stramaledetti abitanti, ecco che vado a intervistare un concittadino d'eccezione, oltre che un distillato amico di vecchia data. Siore e siori, ecco a voi, a rappresentanza della crossover-punk-heavy-core bènd Oltre Confine, Max detto il Condor, già cantante di I.A.S. e Rapina a Mano Armata, ovvero le bènds che dieci anni fa per prime portarono il punk qui nel sud-pontino. Chi meglio di me, che assieme al nostro mi sono sbronzato un numero incalcolabile di volte, poteva scambiare due chiacchiere con lui? Ma andiamo avanti, solo per voi bastardi.

D: Diletto compagno etilico, esponi con garbo ai putridi lettori degli Oltre Confine: nascita della bènd, lancio dei componenti, produzioni presenti, passate e future.

R: Oh, carissimo compagno Pacciani, instancabile svuotatore di bottiglie: è un piacere rispondere ai tuoi quesiti. Gli Oltre Confine nascono nel lontano 1998 (cazzo, il tempo passa veramente troppo in fretta) grazie ad una reunion di tre elementi che formavano (un decennio fa) i mitici I.A.S. e cioè il sottoscritto, il Bacillo e l'Incubo. Per l'occasione usufruimmo, al basso, dell'opera dell'allora giovane pulzella, Sarah, con la quale stendemmo le prime linee musicali dei pezzi "Rettilineo" e "Come un treno in corsa". In seguito Matteo, detto il Rebus, che già a Roma aveva suonato con Incubo e Bacillo nei Controcorrente, sostituì egregiamente Sarah, almeno per quanto riguarda la parte musicale, perchè visivamente, in confronto a lei, lasciava molto a desiderare... Comunque con quest'ultima line-up arrivammo ad incidere nel 2001 un mini-CD contenente sei pezzi: si cominciò, comunque già da prima, a suonare dal vivo. Poco meno di un anno fa, Rebus, stanco di nottivagare tra Formia e Roma, lascia la band. Al suo posto, dopo aver provato due-tre volte con un vecchio compagno di deliri detto Biancospino, arriva Mimmo, o più semplicemente Ripper, con il quale componiamo nuovi pezzi e stabiliamo un ottimo "feeling". Abbiamo pronti undici pezzi, che stiamo già registrando, per un nuovo CD, che probabilmente si chiamerà "Realtà assassina".

D: I testi sono sempre stati uno dei punti di forza del gruppo, direi io. Quanto ritieni importanti i contenuti delle liriche all'interno del processo compositivo? C'è un'analogia tra quello che scrivi per te stesso e quello che scrivi per gli Oltre Confine?

R: I testi, ci tengo molto a ribadirlo a tutti quelli che mi fanno questa domanda, sono fondamentali: perchè, in fin dei conti, sono la spiegazione più diretta all'olocausto sonoro che li incornicia... Sono palpiti e sangue di un cuore che potrà anche andare in pezzi, ma che non finirà mai in pasto ai cani, perchè velenoso come l'infinito che si estende oltre questa dimensione: oltre confine...
Anche perchè dò molta importanza ai testi, che preferisco scrivere e cantare in italiano, perchè voglio che chi ci ascolta capisca che non parliamo di pace-amore-figa-droga e gilettini colorati...
Quello che scrivo per me stesso non si differenzia molto da quello che scrivo per gli Oltre Confine, perchè rabbia-tristezza-odio-passione ed orrore mi accompagnano sempre nelle mie poesie, nei testi, nei racconti, negli appunti e nei super-deliri del dopo sbronza...

D: Esistono, a tuo avviso, legami inscindibili tra l'hardcore di un tempo, quello che ha dato origine alla scena punk formiana, e la musica attuale degli Oltre Confine?

R: Eccome se esistono. Cazzo, quando vedo Marco Incubo sudato come un maiale dopo ogni concerto, o quando mi assale il mal di gola negli ultimi tre-quattro pezzi eppure continuo a sputare la mia rabbia, penso che il tempo, pur passando, non ci abbia nemmeno scalfito... Sì, magari suoniamo qualche arpeggio in più, magari i pezzi non durano più solo cinquanta secondi, ma sono veri e parlano di cose vere come tanto tempo fa, e non ci siamo certo venduti il culo per passare alla radio o andare a fare scena a "Sanremo": noi siamo noi, e ci portiamo nell'anima e addosso la puzza della strada percorsa a fatica, e le salite sono state tante e chissà ancora quante ne incontreremo...

D: Quali sono le vostre influenze musicali assolute? Avete tutti gli stessi referenti sonori?

R: Parlare di influenze assolute pensiamo sia un pò restrittivo. Certo, per almeno tre/quarti del gruppo spiccano due nomi su tutti: Black Sabbath per quanto riguarda la parte straniera, e Kina per quella dentro i " patri confini ", ma il discorso non è così semplice...
Ognuno di noi, comunque, ha ascoltato ed ascolta generi completamente diversi tra loro: punk/hardcore/heavy metal/rock anni '70 e perfino grunge, il tutto, poi, filtrato attraverso la spasmodica ricerca delle emozioni violente e non...
Forse proprio per questo il " crossover " degli Oltre Confine non è poi così facile da digerire...

D: Formia, decadente e marittimo frammento della provincia di Latina, è un triangolo delle Bermude dove annegare felicemente o una zona del crepuscolo dalla quale fuggire prima che sia troppo tardi?

R: Formia è il tipico posto dove un giorno ti sembra tutto così bello e carezzevole e il giorno dopo vorresti darle fuoco come fece il buon Nerone con la tanto amata Roma. Già, è proprio come una dolce e bella puttana con cui si passa una notte da sballo, a cui magari hai raccontato tutto di te stesso, abbracciato dai fumi dell'alcool, alla quale hai teso la mano per una passeggiata sognante sulla scia della luna e che al mattino, svanite le ombre romantiche, hai sorpreso a scopare col nuovo cliente, dimentica persino del tuo nome che le hai ripetuto per tutta la nottata: che fare, allora, se non infilarle un pugnale tra le costole per lavare col sangue quei dolorosi ricordi?
Formia è questa compagno, una discarica di corpi straziati dal dolore ed urlanti, di cui io e te facciamo parte...

D: Sfogliando un libro ideale e comprensivo di oltre dieci anni passati sulla strada, nelle viscere della terra, tra le rovine dell'industria e i palchi di questo zozzo stivale, quali sono i ricordi più belli?

R: Domanda difficile. Difficile perchè troppi sarebbero i ricordi belli da elencare e si finirebbe col scordarne qualcuno importante. Maggiormente sono tatuati nel mio cuore gli anni dal 1990 al 1996. Se qualche satanasso mi proponesse di riviverli in cambio della mia vecchia e capposa anima, penso che non mi farei pregare. Tutti quei viaggi " gratis " in treno che ci hanno portati nei centri di tutt'Italia sono stati bellissimi...
Poi una delle cose più divertenti mi capitò al "Lavori in corso" di Acerra, coi R.a M.A. : Zecca era così ubriaco che continuava a guardarci male e mandarci affanculo perchè stavamo sbagliando tutto: ovviamente lui suonava "Ombre" ed il resto della band "Desiderio di libertà"...

D: La birra fa bene o è tutta letteratura?

R: Beh, il buon Saba non diceva di godersi della birra l'amaro, seduto del ritorno a mezza via, in faccia ai monti minacciosi e al faro? Ben vengano, quindi, entrambe, birra e letteratura, anche se nell'ultima nostra "seduta alcoolica" dopo l'ennesimo litro di bionda, gli argomenti vertevano su ben poco riproducibili discorsi e divagazioni...
Comunque invito tutti, in proposito, a visitare la sezione "Alcool" del nostro sito che è: www.oltreconfine.cjb.net

D: Se gli Oltre Confine dovessero contribuire alla distruzione di uno stato di cose o di un'idea, quale sarebbe il loro bersaglio numero uno?

R: Ecco qua: proprio all'ultima domanda ci hai fregati! Eh, sì, perchè qui, adesso, bisogna addentrarsi nell'acquitrino paludoso della politica e la cosa non è che ci piaccia poi così tanto...
Diciamo che si è fatto tardi e sgusciamo via come un'anguilla?
Ma no, perchè?...
Diciamo pure che ci piacerebbe contribuire alla distruzione di tanti "Stati" di cose... Perchè crediamo fermamente che l'autorità costituita sia una gabbia che intrappola tutto ciò che c'è di buono nella "bestia umana" e non fa altro che creare frustrazioni e repressioni che poi vengono sfogate, per la maggior parte, in maniera negativa. Cancellare dalla memoria confini e potere/armi e danaro/mistificazione e cialtroneria vorrebbe dire riconciliarsi con l'unico Dio che esiste da sempre e si vede: Madre Natura...
Ma per fare questo bisognerebbe distruggere tutto e ricominciare di nuovo, magari partendo da basi completamente diverse...
Ma distruggere tutto significherebbe avere a disposizione eserciti e tutto il resto e quindi sarebbe un fottuto cane che si morde la coda...
Mi basta pensare che le idee, il desiderio, di vivere in un mondo migliore non possa toglierceli nessuno e nessuna fottuta galera, e questo, credetemi, è già tanto...

E siamo così giunti al pensierino della notte. Libero sfogo a tutto quello che avresti voluto dire e non hai ancora detto, e l'ultimo chiuda la porta...

Un saluto a tutti i "visitatori" di Lamette e, per finire, volevo dire che speriamo che l'intervista del buon Pacciani ci faccia diventare famosi, in modo da fare un sacco di soldi per vivere da nababbi all'ombra di una palma da cocco in qualche paradiso tropicale...
Ah, dimenticavo, per intanto compratevi il CD degli Oltre Confine: sono solo 5 fottutissimi euro; non fate i pidocchi...
SLAM!

[Simone]



 
  Fototeca
Lamettomaniacs - Valerio The Fourth Sin
Lamettomaniacs - Valerio The Fourth Sin


  Calendario Concerti

Tutto il Calendario

  Sostieni la Lama

  Gemelli Tossici
TeleFree.iT
City Of The Dead
Cultura Elettronica
Il Tropico Del Garigliano

  Sondaggi
Cosa pensi della nuova sezione MP3/Downloads?

Era l'unico vero deficit di Lamette. Ora non più.
Era ora di aggiornarsi, tutti hanno i free album.
I free album di Lamette sono i più fichi di tutti.
Non ne sapevo un cazzo, corro a mandarvi il mio!
Non scarico MP3, i dischi o li compro o li ignoro.



Risultati
Sondaggi

Voti: 63
Commenti: 178

  Cronologia della Lama
Monday 23 September 2019


Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.079 Secondi