Benvenuti su Lamette.it
Il portale/webzine più rozzo d´Italia sulla musica & sulla cultura autodistruttiva degli sporchi giovani: contiene punk fetente!
[ Editoriali ] [ Articoli ] [ Recensioni ] [ Interviste ] [ Relics ] [ Coprophagus ] [ Blog ] [ Forum ]

  Menù della Lama
[ Home ]
[ Editoriali ]
[ Articoli ]
[ Recensioni ]
[ Interviste ]
[ Relics ]
[ Coprophagus ]
[ Blog ]
[ Forum ]
[ Calendario concerti ]
[ Links ]
[ Contatti ]
[ MP3/Downloads ]
[ Vocabolario ]
[ Archivio ]
[ Top 20 ]

  Ricerca nel Sito
news
commenti
eventi
links
 

  Sponsor della Lama
SOA Records/Oi! Strike
Randagi Rock Community
Sound Of The Street
Bloody Passion Tattoo
Latitudine 42 Comics & Games
Rave Up Vinyl Agency
Lamette Comics Blog
Blood '77
Killer Penis
Sponsor della Lama

  Old news
Recensioni: Colonna Infame SH – Dalla nostra parte Lp (Oi! Strike, 2013) (1)
Recensioni: Bufalo Kill – Be be bleah! cd (Yorpikus Sound, 2013)
Recensioni: Stigmathe – Fronte di nervi Lp (SOA Records, 2012)
Recensioni: Raise Your Pitch – Tutti Appesi demo-cd (Autoprodotto, 2012)
Recensioni: Trade Unions – Acciaio salmastro e sudore cd (Still Standing Army, Red Sound 21, Bukowski Productions, Cardio Studios, 2011) (1)
Recensioni: Whiskey Füneral - Whiskey Füneral cd (Full Speed Ahead Records, Tornado Ride Records, 2012) (1)
Articoli: Kalashnikov – La città dell’ultima paura 12” picture (D.I.Y., 2013)
Recensioni: Golden Shower – The strange case of the Alaskan dragon breath cd (Area Pirata, 2013)
Interviste: Klaxon
Recensioni: Because The Bean – Indifferenza nera 7’’ (Bertani Dischi e Salami, United We stand, FFC Productions…, 2012)

Tutte le News

  Commenti
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: The Pale Flowers - The Pale Flowers cd (Autoprodotto, 2013) di: Randy
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: Eyalz
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: clickme
Re: Amelie Tritesse/Tre Tigri Contro split 7” (Autoprodotto, 2013) di: clickme
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123

Tutti i commenti

 
Pagina Stampabile Invia ad un amico Commenta

Interviste Tuesday 22 October 2002:
Vice Squad (english version inside)

Credeteci o no, stra-stramaledetti lettori, oggi ai microfoni di “Lame” c’è nientepopodimeno che Beki Bondage dei Vice Squad: non è uno scherzo e non è nulla di riesumato e tradotto, non c’è trucco e non c’è inganno. L’intervista più impossibile dell’anno lamettiano l’abbiamo realizzata proprio noi, ancora una volta solo per voi bastardi, ed è tutto merito del sempre migliore Papo e della sua insormontabile frenesia da computer. Mi spiego meglio: anzi, vi spiega meglio lui...

Papo: Tutto è nato da un mio messaggio lasciato nel guestbook del sito ufficiale dei Vice Squad (www.vicesquad.org.uk), più per sfida che non per convinzione, ispirato forse da un micidiale colpo di sole estivo. Dopo aver ricevuto risposte positive dalla persona di Paul Rooney, portavoce della band, e dopo un “Voglio crederci anch’io a questa storia dei Vice Squad, Papo” del webmaster e duce incontrastato di Lamette, abbiamo rispolverato entrambi il nostro vocabolario di inglese sparando 12 domande 12 a Beki and band. Ed ecco quello che è uscito fuori:

Nota bene: le domande contrassegnate con la S sono state formulate da Simone, e quelle con la P sono invece opera di Papo. La molto libera traduzione del testo originale (in appendice) è di Simone. Buongiorno & buonasera.

Warning: the english original version of the Beki Bondage/Vice Squad interview is below the italian translation. S = question by Simone. P = question by Papo. Enjoy it with a six pack.

D (S): Dopo aver fatto uscire alcuni tra i migliori punk-anthems degli anni ottanta, i Vice Squad sono tornati per rompere il culo a tutti: come mai lasciasti la band nel 1983? Perché i Vice Squad hanno sentito l'esigenza di tornare insieme due anni fa? E ancora: cosa ne pensi delle reunions?

R: Ho lasciato per tutta una serie di ragioni, in primis per i diritti degli animali e poi per il fatto che all'epoca non me la passavo bene né con il manager né con la band. Volevo fare altre cose, le mie cose.
In un primo momento pensavo che le reunions dei gruppi punk fossero un pò tristi, ma poi, quando ho scoperto che alcune bands avevano continuato ad andare in tour per molti anni, ho pensato che fosse una gran cosa poterle sentire ancora suonare. Comunque non sono tornata "due anni fa", io non sono mai andata via! Ho continuato a fare concerti e a scrivere canzoni anche dopo aver lasciato i Vice Squad, e per anni ho fatto la cantante professionista. Ho una nuova band, ma sono l'unico membro originale dei vecchi Vice Squad, quindi non siamo una reunion band. Ho deciso di suonare alcune delle vecchie canzoni per vedere se ancora mi piacevano, e mi è sembrato che si coniugassero bene con il nuovo album che avevo scritto in quel periodo. Quindi è partito tutto da lì.

D (S): Qual'è il tuo Vice Squad-album preferito di tutti i tempi, e perché? Al momento siete in tour o state lavorando a qualche pezzo nuovo?

R: Credo che sia "Get a life", perchè ci sono pezzi come "Westend stars", "Can't buy back the dead" e "Allergy". Paul, il chitarrista, e io l'abbiamo scritto e registrato in una camera di nostra proprietà, senza alcun budget, e credo che ci siano alcune fra le migliori canzoni che abbiamo mai scritto. Ha una copertina assolutamente di merda, in compenso, e non ha avuto alcuna promozione quando è uscito... la solita storia!
No, non siamo in tour, al momento. Quest'anno abbiamo dovuto cancellare il nostro tour americano, originariamente previsto per ottobre-novembre, a causa dell'infortunio che Tone, il nostro batterista, ha avuto al ginocchio. È appena stato operato e deve sostenere una seconda operazione tra poche settimane, quindi non ce la farebbe a seguirci. Speriamo che starà abbastanza bene da fare un pò di date in Inghilterra.
Sono sempre al lavoro su canzoni nuove! Di tutte quelle che scriviamo ne scarto un sacco, perché voglio perdere tempo solo sul materiale migliore, ma a volte è frustrante: a volte non ti accorgi che un pezzo non funziona finché non hai quasi finito di registrarlo.

D (S): Ok, rendici edotti sulle tue bands preferite in assoluto e su quelle che hanno in qualche modo influenzato la musica dei Vice Squad. C'è un disco, o, al limite, ci sono dei dischi che hanno cambiato la tua vita?

R: I Clash, i Motorhead, gli UK Subs e anche cantanti da paura come Janis Joplin e Little Richard. Noi non cerchiamo di suonare come nessuno di loro né nessun altro, ma siamo ovviamente influenzati dalle cose che ascoltiamo.
Da ragazzina amavo "Complete control" dei Clash, e risentendolo oggi ancora vado su di giri. È grezzo, appassionato e melodico.

D (S): A quanto ne so, i Vice Squad recentemente hanno suonato qui in Italia, all'El Paso di Torino. Che ne pensi dello stivale e dei punks italiani?

R: Sì, abbiamo suonato a Milano e a Torino, l'anno scorso, è stato proprio quando da voi ha piovuto a dirotto. Ce la siamo spassata, pioggia a parte. Speravamo ci fosse il sole…

D (S): I lettori di "Punk lives" ti hanno insignita della carica di primo ministro del punk, e i lettori di "Sounds" ti hanno votata "sex symbol numero uno". Che rapporto hai con la tua più che bella presenza? Ti piace essere un sex symbol per un sacco di punks, oppure la cosa ti sembra noiosa o limitativa?

R: Ho sempre pensato che la mia voce sia di gran lunga migliore della mia immagine, ma mi lusinga essere considerata un sex symbol. Non vorrei però che si pensasse a me come a un "oggetto" sessuale. Nell'ambito musicale l'immagine sembra essere più importante di come suoni, cosa poi del tutto sbagliata, ma la musica, in fin dei conti, É un affare molto legato al sesso, tant'è vero che la gente vede i musicisti molto più attraenti di quanto gli apparirebbero se li incontrasse semplicemente per strada.
Penso che sia fico che mi abbiano votata primo ministro del punk, vuol dire che batto tutti i candidati maschi!!!

D (P): Sham 69, UK Subs, Stiff Little Fingers, Adicts: cosa ricordi di quel periodo della tua carriera? Vuoi tornarci un attimo e ricordarlo con noi?

R: Conoscevamo benone i Subs (e ancora siamo amici), ma non abbiamo mai suonato con gli Sham o gli Stiff Little Fingers. Non mi pare manco che abbiamo suonato mai con gli Adicts, però ho incontrato Monkey in California l'anno scorso. Com'è piccolo il mondo!

D (S): C'è chi dice che con l'inizio degli anni '90 il punk è definitivamente morto. Tu come la vedi? Sarà vivo o no, 'sto punk? Green Day, Offspring e NOFX sono punk?

R: Senza alcun dubbio il punk NON è morto. Non conosco le bands che hai menzionato abbastanza bene da stabilire se poi abbiano qualcosa a che vedere o meno con la mia particolare concezione di punk, però sicuramente hanno avuto un grande successo nel generare interesse verso il punk in generale, e un giorno sarebbe meglio vedere loro, piuttosto che quei gruppi artefatti con tutti ragazzi o tutte ragazze. Mi fa piacere che queste bands abbiano successo. Non credo che uno "si venda" solo perché ha successo, penso che ci si venda quando si tradiscono i propri principi.

D (P): "Stand strong stand proud": credi che questo slogan si adatti allo stato di cose attuale? Se sì, perché? Se no, perché?

R: Certo che è ancora attuale, la canzone dice di lottare per quello in cui si crede, e di non rinunciare a causa delle pressioni altrui. Il suo messaggio è e sarà sempre attuale, perché ci sarà sempre gente che cercherà di prevaricarne altra, e gente che quindi si ribellerà.

D (S): Ti mancheranno Joey, Dee Dee e i Ramones?

R: I Ramones hanno avuto e continueranno ad avere un'enorme influenza sulle bands attuali e su quelle a venire. Abbiamo ancora la loro musica.

D (P): In Italia abbiamo un ritornellone ossessivo che suona più o meno come: "Punk nella testa, non nella cresta". Pensi che per un punk la cresta sia necessaria, o il punk è, prima di tutto, un modo di vedere le cose?

R: È prima di tutto un modo di pensare, ma ancora ci vuole fegato per vestirsi alla maniera punk, dal momento che il prossimo spesso ti bolla a priori per il semplice fatto di avere vestiti/capelli diversi dalla "Norma". Visto che ho detto questo, aggiungo che io ho conosciuto un sacco di gente che ha un crestone esagerato, borchie, tatuaggi eccetera, e pure è razzista, sessista, xenofoba, esattamente come il vostro bravo banchiere/macellaio/avvocato.

D (S): Ti interessi di politica britannica o internazionale, o credi che in fondo la musica debba essere il solo interesse di un musicista?

R: La politica ci affligge tutti, e io sono particolarmente interessata ai diritti animali. Non significa che tutte le nostre canzoni sono politiche, ma alcune lo sono. La musica è la passione numero uno della mia vita, e sono del tutto consapevole del suo potere di smuovere la gente, quindi quando mi appassiono a qualcosa, è bello poterlo esprimere attraverso la musica.

Ok, questa è l'ultima della condannata, Beki: dicci tutto quello che vuoi e noi lo pubblicheremo comunque.

Sono le due del mattino e io non riuscirei a pensare niente di meglio da dire, a parte Ciao a tutti quelli che ci leggono... Statemi bene, con amore, Beki.

D (S): After putting out some of the best 80’s punk classic anthems of all the times, Vice Squad is back with a vengeance. Beki, why did you leave the band in 1983? Why did you feel the need to come back two years ago? What do you think about reunions?

R: I left for a number of reasons, mainly to do with Animal Rights and the fact that I did not get on well with the manager or the band at the time. I wanted to do my own thing.
At first I thought Punk band reunions were a bit sad, but when I realised some of the bands had carried on touring for many years I thought it was great that they were still playing. I did not "come back" two years ago because I've never been away - I carried on touring and writing songs after I left Vice Squad and have been a professional singer for years. I have a new band, I am the only original member of the old Vice Squad, so we are not a reunion band. I decided to play some of the old songs to see if I still enjoyed them, and they seemed to fit in with the new album I`d written at the time. So it just took off from there.

D (S): What’s your favourite Vice Squad album ever and why? Are you touring or working on any new songs now?

R: I suppose it's "Get a life" because it has "Westend stars", "Can't buy back the dead" and "Allergy" on it. Guitarist Paul and I wrote and recorded it in our front room on no budget and I think the songs are some of the best we`ve ever written. It has an absolutely shit cover, though, and recieved no promotion when it was released....the usual story!!!!
We are not touring at the moment. We've had to cancel our US tour,originally schedualed for October and November this year because of drummer Tone's knee injury. He's just had an operation on it and has to have a second operation in a few weeks, so will not be fit enough to tour. We hope that he'll be well enough to do a few gigs around the UK.
I am always working on new songs! I discard a lot of what we write as I only want to spend time on the best material, but this is frustrating as sometimes you don't know if a song is not working until you've nearly finished recording it.

D (S): Please, tell us about your favourite bands ever, and about the bands who have influenced Vice Squad’s music. Is there a single record, or maybe some records, who have changed your life?

R: The Clash, Motorhead, UK Subs and also amazing singers like Janis Joplin and Little Richard. We don`t try to sound like any body else, but obviously we are influenced by what we listen to.
As a kid I loved "Complete Control" by the Clash, and I still get excited hearing it now. It's rough, passionate and melodic.

D (S): I know that Vice Squad recently played live here in Italy, at “El Paso” in Turin. How did you find our country and the italian punk audience?

R: I think that we played in Milan and Turin last year, it's when you had really heavy rain. We really enjoyed it apart from the rain, we were hoping for sunshine.

D (S): I’ve read that you were voted punk prime minister by readers of “Punk Lives” and number one sex symbol by readers of “Sounds”. What do you think about your wonderful image? Do you like to be a sex symbol for a lot of punks, or do you find it boring or limitative?

R: I've always believed that I sing a lot better than I look, but it is flattering to be considered a sex symbol. I wouldn't want to be thought of as a sex "object". Image seems to be more important in music than how you sound, which is wrong, but music IS a very sexual thing so people see musicians as being far more attractive than they would if they just saw them on the street.
I think it's cool I was voted Punk Prime Minister, as I beat all the male candidates!!!

D (P): Sham 69,U.K subs, Stiff Little Fingers, Adicts: what about that time of your career? Do you want to recollect that and say something to us?

R: We knew the Subs quite well [and still do], but we never played with Sham or SLF. I don`t think that we played with The Adicts either, but I saw Monkey in California last year. It`s a small world!

D (S): Some people say punk is dead definitively with the begin of the 90’s. What do you think about it? Is punk still alive? Are bands like Green Day or Offspring or NOFX punk?

R: Punk most definately is NOT dead. I don't know the bands you mentioned well enough to judge whether they fit my particular definition of punk or not, but they have certainly been very successful in generating huge interest in punk in general and I'd much rather see them than manufactured girl/boy bands any day. I`m glad that these bands are successful, I don`t think that you "sell out" just because you become successful, I think that you sell out when you betray your principles.

D (P): ”Stand strong stand proud”: Do you think that this slogan can be applied at our time? If yes,why? If no,why?

R: Of course it can be applied to our time, the song is about standing up for what you believe in and not giving in to pressure from other people. It`s message is relevant today and will be relevant in years to come, because people will always try to control each other and some people will always want to rebel.

D (S): Will you miss Joey, Dee Dee and the Ramones?

R: The Ramones have been and will continue to be a huge influence on bands. We've still got their music.

D (P): In Italy we have a slogan that in English I think sounds like “Punk in the head not in mohawk”: do you think that to be a punk the mohawk is necessary or punk is a way of thinking, first of all?

R: It`s a way of thinking first of all, but it still takes guts to look Punk as other people still pre-judge you for having different hair/clothes from "The Norm". Having said that, I have met a lot of people who have the huge Mohawk hair, studs, tattooos etc yet they are racist, sexist and speciesist, and therefore much like your average banker/butcher/lawyer.

D (S): Are you interested in British or international political questions or do you think that music must be the only interest of a musician?

R: Politics affects us all, and I am particularly interested in Animal Rights. It doesn't mean that all our songs are political, but some are. Music is the love of my life, and I am very much aware of it's power to move people, so when I feel passionately about something it's good to be able to express the feeling through music.

Ok, Beki, this is something like the last desire of the condemned: say everything you want about anything you like. We’ll publish it all anyway.

It's 2am and I can't think of anything else to say except Hello anybody whose reading this... Take Care, Love Beki.

[Papo & Simone]




Commenti:

Re: Vice Squad (english version inside)
...PER AFVORE LASCIATE DA PARTE IL SESSISMO O CAZZATE DEL GENERE MA POSSO DIRE CHE BEKY BONDAGE E' SEMPRE UNA GRAN BELLA (ANZI BELLISSIMA) GNOCCA??!!! MAMMA MIA!!!

16/09/2006 di: marcozap

Re: Vice Squad (english version inside)
Ma cosa son più figa io..cmq.. tu hai detto che noi italiani ci diciamo "punk nella testa e non nella cresta" ma ti sei dimenticato di dire che noi italiani ci troviamo il punk nella droga!
Cè fega io mi faccio dibbrutto sono troppo punk!

05/10/2006 di: suzY

 
  Fototeca
Holidays in the sun - Wasted UK Festival - Blackpool Winter Gardens, 10/11/12/13-08-2006
Holidays in the sun - Wasted UK Festival - Blackpool Winter Gardens, 10/11/12/13-08-2006


  Calendario Concerti

Tutto il Calendario

  Sostieni la Lama

  Gemelli Tossici
TeleFree.iT
City Of The Dead
Cultura Elettronica
Il Tropico Del Garigliano

  Sondaggi
Cosa pensi della nuova sezione MP3/Downloads?

Era l'unico vero deficit di Lamette. Ora non più.
Era ora di aggiornarsi, tutti hanno i free album.
I free album di Lamette sono i più fichi di tutti.
Non ne sapevo un cazzo, corro a mandarvi il mio!
Non scarico MP3, i dischi o li compro o li ignoro.



Risultati
Sondaggi

Voti: 63
Commenti: 178

  Cronologia della Lama
Saturday 19 October 2019


Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.037 Secondi