Benvenuti su Lamette.it
Il portale/webzine più rozzo d´Italia sulla musica & sulla cultura autodistruttiva degli sporchi giovani: contiene punk fetente!
[ Editoriali ] [ Articoli ] [ Recensioni ] [ Interviste ] [ Relics ] [ Coprophagus ] [ Blog ] [ Forum ]

  Menù della Lama
[ Home ]
[ Editoriali ]
[ Articoli ]
[ Recensioni ]
[ Interviste ]
[ Relics ]
[ Coprophagus ]
[ Blog ]
[ Forum ]
[ Calendario concerti ]
[ Links ]
[ Contatti ]
[ MP3/Downloads ]
[ Vocabolario ]
[ Archivio ]
[ Top 20 ]

  Ricerca nel Sito
news
commenti
eventi
links
 

  Sponsor della Lama
SOA Records/Oi! Strike
Randagi Rock Community
Sound Of The Street
Bloody Passion Tattoo
Latitudine 42 Comics & Games
Rave Up Vinyl Agency
Lamette Comics Blog
Blood '77
Killer Penis
Sponsor della Lama

  Old news
Recensioni: Colonna Infame SH – Dalla nostra parte Lp (Oi! Strike, 2013) (1)
Recensioni: Bufalo Kill – Be be bleah! cd (Yorpikus Sound, 2013)
Recensioni: Stigmathe – Fronte di nervi Lp (SOA Records, 2012)
Recensioni: Raise Your Pitch – Tutti Appesi demo-cd (Autoprodotto, 2012)
Recensioni: Trade Unions – Acciaio salmastro e sudore cd (Still Standing Army, Red Sound 21, Bukowski Productions, Cardio Studios, 2011) (1)
Recensioni: Whiskey Füneral - Whiskey Füneral cd (Full Speed Ahead Records, Tornado Ride Records, 2012) (1)
Articoli: Kalashnikov – La città dell’ultima paura 12” picture (D.I.Y., 2013)
Recensioni: Golden Shower – The strange case of the Alaskan dragon breath cd (Area Pirata, 2013)
Interviste: Klaxon
Recensioni: Because The Bean – Indifferenza nera 7’’ (Bertani Dischi e Salami, United We stand, FFC Productions…, 2012)

Tutte le News

  Commenti
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: The Pale Flowers - The Pale Flowers cd (Autoprodotto, 2013) di: Randy
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: Eyalz
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: clickme
Re: Amelie Tritesse/Tre Tigri Contro split 7” (Autoprodotto, 2013) di: clickme
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123

Tutti i commenti

 
Pagina Stampabile Invia ad un amico Commenta

Recensioni Wednesday 05 May 2004:
Rappresaglia – 1982 cd (City Of The Dead Records, 2004)

Continua la saga delle ristampe imperdibili volte al revival spaghettaro bei tempi che furono, mentre la mano passa nuovamente a Flavio, “quel ragazzo”, e alla sua infaticabile City Of The Dead. E via che scopriamo dunque la carta di stasera, facendo un rigoroso flashback in quegli anni pacchiani ma significativi, dove la nostra infanzia è per lo più ambientata e che tutti oggi dicono ottanta, o ’80, a seconda della propensione più spiccata verso l’italiano o la matematica. Anni ottanta, dunque.
Ed ecco cosa succedeva di punk negli anni ottanta in Italia, e, più precisamente, nella dotta patria del tortellino…
C’erano una volta, nel sopracitato reame, i furiosi Rappresaglia – inossidabile leggenda punk del milanese/bolognese – e anzi, a cercarli in giro, vi accorgerete che ci sono ancora. Io stesso li ho visti dal vivo poco meno di due anni fa, ma questa, diletti lettori, è sicuramente un’altra storia. Quella che 1982 vi racconta, infatti, è l’epopea del gruppo ai tempi della sua primissima incarnazione, dai vagiti iniziali del trio formato da Franz e Ricio (già Sottocultura) e Gigo (contemporaneamente Impact) alla storica compilazione “Skins e Punks=T.N.T”, fino all’abbandono del caratteristico arde-còre italiano degli esordi, oggi detto comunemente ed altresì vecchia scuola. Anni, questi, che inglobano per forza di cose una bella fetta di storia del punk (di cui l’occupazione e lo sgombero del Virus non costituiscono che uno dei tanti capitoli) e che culminano rigorosamente nell’orwelliano e apocalittico 1984, inteso come punto di non-ritorno musicale e non.
Tempo che non ritorna, dunque, ma che può essere facilmente rievocato – per chi l’ha visto e per chi non c’era – mediante il semplice e accessibile atto di fruizione di questo ciddì.

Dietro la ristampa di “1982” – che altro non è se non la ristampa di un vinile in tiratura limitata prodotto dallo stesso Franz nel 1998 – si celano infatti, ancora una volta, i Rappresaglia stessi. Ed ecco che questa collezione – che include, tra gli altri, i brani contenuti nel leggendario e introvabile “Skins e Punks=T.N.T.”, ovvero “Disperazione” e la celeberrima “Attack!” – diventa anche pretesto per la pubblicazione cartacea di una serie di rari scatti dell’epoca e di una gustosa autobiografia del gruppo, stilata direttamente dalla penna di Franz. Queste dieci pagine, in particolare, sono qualcosa di cui non dovreste fare assolutamente a meno, specie se collezionate gelosamente ogni tomo della ristretta bibliografia relativa al periodo.

Ma parliamo ora di musica, visto che di musica recensiamo.

La qualità sonora, come avverte generosamente il booklet (per la cronaca, il più fico in assoluto che Flavio abbia mai progettato!) è “very lo-fi”; “a bassissima fedeltà”, proprio come piace a noi: e meno male, cazzo, perché questo è uno dei migliori gruppi degli anni ottanta, sia a livello tecnico che contenutistico, documentato fedelmente nel pieno della sua primaria e primordiale originalità:

«Non vogliamo più sognare/non vogliamo più aspettare/non vogliamo più sperare/in un mondo migliore/non vogliamo costruire/siamo i rigetti del sistema/ma le catene che portiamo/prima o poi le spezzeremo/Attack!!!».

Se credete di avere tutto l’indispensabile in merito alla vecchia scuola, e vi manca ancora questo ciddì, allora non conoscete la vecchia scuola.

Un must, e sicuramente uno degli appuntamenti più interessanti dell’anno.

[Simone]

Per contatti, o per avere il cd: info@cityofthedead.net


 
  Fototeca
Punk and Disorderly 2007
Punk and Disorderly 2007


  Calendario Concerti

Tutto il Calendario

  Sostieni la Lama

  Gemelli Tossici
TeleFree.iT
City Of The Dead
Cultura Elettronica
Il Tropico Del Garigliano

  Sondaggi
Cosa pensi della nuova sezione MP3/Downloads?

Era l'unico vero deficit di Lamette. Ora non più.
Era ora di aggiornarsi, tutti hanno i free album.
I free album di Lamette sono i più fichi di tutti.
Non ne sapevo un cazzo, corro a mandarvi il mio!
Non scarico MP3, i dischi o li compro o li ignoro.



Risultati
Sondaggi

Voti: 63
Commenti: 178

  Cronologia della Lama
Monday 23 September 2019


Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.041 Secondi