Benvenuti su Lamette.it
Il portale/webzine più rozzo d´Italia sulla musica & sulla cultura autodistruttiva degli sporchi giovani: contiene punk fetente!
[ Editoriali ] [ Articoli ] [ Recensioni ] [ Interviste ] [ Relics ] [ Coprophagus ] [ Blog ] [ Forum ]

  Menù della Lama
[ Home ]
[ Editoriali ]
[ Articoli ]
[ Recensioni ]
[ Interviste ]
[ Relics ]
[ Coprophagus ]
[ Blog ]
[ Forum ]
[ Calendario concerti ]
[ Links ]
[ Contatti ]
[ MP3/Downloads ]
[ Vocabolario ]
[ Archivio ]
[ Top 20 ]

  Ricerca nel Sito
news
commenti
eventi
links
 

  Sponsor della Lama
SOA Records/Oi! Strike
Randagi Rock Community
Sound Of The Street
Bloody Passion Tattoo
Latitudine 42 Comics & Games
Rave Up Vinyl Agency
Lamette Comics Blog
Blood '77
Killer Penis
Sponsor della Lama

  Old news
Recensioni: Colonna Infame SH – Dalla nostra parte Lp (Oi! Strike, 2013) (1)
Recensioni: Bufalo Kill – Be be bleah! cd (Yorpikus Sound, 2013)
Recensioni: Stigmathe – Fronte di nervi Lp (SOA Records, 2012)
Recensioni: Raise Your Pitch – Tutti Appesi demo-cd (Autoprodotto, 2012)
Recensioni: Trade Unions – Acciaio salmastro e sudore cd (Still Standing Army, Red Sound 21, Bukowski Productions, Cardio Studios, 2011) (1)
Recensioni: Whiskey Füneral - Whiskey Füneral cd (Full Speed Ahead Records, Tornado Ride Records, 2012) (1)
Articoli: Kalashnikov – La città dell’ultima paura 12” picture (D.I.Y., 2013)
Recensioni: Golden Shower – The strange case of the Alaskan dragon breath cd (Area Pirata, 2013)
Interviste: Klaxon
Recensioni: Because The Bean – Indifferenza nera 7’’ (Bertani Dischi e Salami, United We stand, FFC Productions…, 2012)

Tutte le News

  Commenti
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: The Pale Flowers - The Pale Flowers cd (Autoprodotto, 2013) di: Randy
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: Eyalz
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: clickme
Re: Amelie Tritesse/Tre Tigri Contro split 7” (Autoprodotto, 2013) di: clickme
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123

Tutti i commenti

 
Pagina Stampabile Invia ad un amico Commenta

Recensioni Friday 21 May 2004:
Bitten by the rest (Autoprodotta, 2003)

Non una comune fanzine quella che ha messo ardimentosamente su Andrea, affiliato dell’etichetta novarese Bloody Tears Collective: la differenza sostanziale con il resto del mazzo cartaceo che mi è pervenuto in questi mesi, infatti, è data qui dall’assenza totale di recensioni, live reports e – più in generale – di iconografia punk nel senso tradizionale del termine. Un editoriale prolungato, all’insegna di un certo paroliberismo e della macinazione interiore più totale, basta già di per sé a giustificare ben trentasei pagine di fotocopie, a dare un senso compiuto a tutto il bianco annerito e al progetto comunicativo di questo giornaletto. Sarà forse perché a ben guardare Bitten by the rest non solo è scritto benissimo (qualità sempre più rara nelle pubblicazioni do-it-yourself, troppo spesso redatte con la stessa dovizia degli SMS, tanto per dire/fare qualcosa), ma veicola più genericamente l’amore nei confronti della parola, che poi è l’attaccamento nei confronti del mondo; lo stesso che quotidianamente cercano di negare attraverso radio, televisione, telefoni, automobili, manifesti, assurde gerarchie.

In un contesto simile, ogni parola scritta autonomamente – come le tante che compongono questo pamphlet – è uno sputo nell’oceano, ma è insieme cosa naturale, semplice e necessaria, come la libertà che non abbiamo, come l’aria che manca. Mai come oggi sono stato così contento di farmi involontariamente i cazzi di qualcuno.

«E in un paese dove l’informazione non esiste cosa si deve fare? Non crederci. Non credere a nulla di ciò che ti insegnano, trovarsi disorientati davanti a una cultura dell’odio dolce, ed essere sempre all’erta, quando le persone importanti, quelle che contano, sono sull’attenti. E parlo ancora del risiko italiano. Lo dico senza mezzi termini, anche se è una frase trita e ritrita. La società sta uccidendoci tutti. Ricchi e poveri, grandi e piccoli, imprenditori e avvocati come operai e studenti. Nessuno escluso, in un modo o nell’altro lo sta facendo, e non ce ne si accorge. E poi mi chiedo… ma con tutti gli scrittori che sostenevano questa tesi già dagli inizi del ventesimo secolo… perché li abbiamo studiati, letti, commentati senza averli mai ascoltati? Pirandello, Saba, o ancora prima Marx e dopo Foucault. Sì, va bene, sono sulla bocca di tutti e sono rimandati nelle citazioni dei manuali di scuola, ma alla fine che ce ne facciamo? Dimostriamo un disinteresse enorme verso di loro, e li resuscitiamo nei momenti giusti: nelle cene, nei circoli, nelle autogestioni e nei crocchi in centro città. E poi ci riduciamo a vedere i programmi giovanili, fatti per bambini, dove ti fanno vedere che i soldati nelle caseme amano, mentre puliscono il fucile. Sognano, mentre in missione appendono la sagoma dello stesso fucile bello lustro di fianco alla foto della moglie bella triste, a casa. Che li aspetta, perché il natale è alle porte, il sugo ai funghi è quasi pronto, come dice De Gregori, il figlioletto vuole giocare alla lotta con il papà, gli amici al bar ti aspettano per vedere se l’allenatore dell’Inter mangia il panettone e tutti ti chiedono chi te l’ha fatto fare, e tutti rispondono l’amore per la sua patria e la sua gente».

Non lasciatevi sfuggire questo cartaceo, leggetelo e rileggetelo.

P.S. In questo momento sto ascoltando “Exit” di Fausto Rossi. Chi lo conosce sa che non è un dettaglio trascurabile. A presto.

[Simone]

Per contatti, o per avere la 'zine, scrivete a: aveggie@libero.it


 
  Fototeca
Lamette 4 Release Party
Lamette 4 Release Party


  Calendario Concerti

Tutto il Calendario

  Sostieni la Lama

  Gemelli Tossici
TeleFree.iT
City Of The Dead
Cultura Elettronica
Il Tropico Del Garigliano

  Sondaggi
Cosa pensi della nuova sezione MP3/Downloads?

Era l'unico vero deficit di Lamette. Ora non più.
Era ora di aggiornarsi, tutti hanno i free album.
I free album di Lamette sono i più fichi di tutti.
Non ne sapevo un cazzo, corro a mandarvi il mio!
Non scarico MP3, i dischi o li compro o li ignoro.



Risultati
Sondaggi

Voti: 63
Commenti: 181

  Cronologia della Lama
Wednesday 20 November 2019


Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.076 Secondi