Benvenuti su Lamette.it
Il portale/webzine più rozzo d´Italia sulla musica & sulla cultura autodistruttiva degli sporchi giovani: contiene punk fetente!
[ Editoriali ] [ Articoli ] [ Recensioni ] [ Interviste ] [ Relics ] [ Coprophagus ] [ Blog ] [ Forum ]

  Menù della Lama
[ Home ]
[ Editoriali ]
[ Articoli ]
[ Recensioni ]
[ Interviste ]
[ Relics ]
[ Coprophagus ]
[ Blog ]
[ Forum ]
[ Calendario concerti ]
[ Links ]
[ Contatti ]
[ MP3/Downloads ]
[ Vocabolario ]
[ Archivio ]
[ Top 20 ]

  Ricerca nel Sito
news
commenti
eventi
links
 

  Sponsor della Lama
SOA Records/Oi! Strike
Randagi Rock Community
Sound Of The Street
Bloody Passion Tattoo
Latitudine 42 Comics & Games
Rave Up Vinyl Agency
Lamette Comics Blog
Blood '77
Killer Penis
Sponsor della Lama

  Old news
Recensioni: Colonna Infame SH – Dalla nostra parte Lp (Oi! Strike, 2013) (1)
Recensioni: Bufalo Kill – Be be bleah! cd (Yorpikus Sound, 2013)
Recensioni: Stigmathe – Fronte di nervi Lp (SOA Records, 2012)
Recensioni: Raise Your Pitch – Tutti Appesi demo-cd (Autoprodotto, 2012)
Recensioni: Trade Unions – Acciaio salmastro e sudore cd (Still Standing Army, Red Sound 21, Bukowski Productions, Cardio Studios, 2011) (1)
Recensioni: Whiskey Füneral - Whiskey Füneral cd (Full Speed Ahead Records, Tornado Ride Records, 2012) (1)
Articoli: Kalashnikov – La città dell’ultima paura 12” picture (D.I.Y., 2013)
Recensioni: Golden Shower – The strange case of the Alaskan dragon breath cd (Area Pirata, 2013)
Interviste: Klaxon
Recensioni: Because The Bean – Indifferenza nera 7’’ (Bertani Dischi e Salami, United We stand, FFC Productions…, 2012)

Tutte le News

  Commenti
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: Agoràfestival - Idee in movimento - venerdì 27 settembre a Formia, al Teatro Remigio Paone di: adamschule85
Re: The Pale Flowers - The Pale Flowers cd (Autoprodotto, 2013) di: Randy
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: Eyalz
Re: The Morlocks – Submerged alive cd (Area Pirata, 2013) di: clickme
Re: Amelie Tritesse/Tre Tigri Contro split 7” (Autoprodotto, 2013) di: clickme
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123
Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato di: cai123

Tutti i commenti

 
Pagina Stampabile Invia ad un amico Commenta

Recensioni Thursday 07 April 2005:
Cripple Bastards - Desperately insensitive cd (Peculio, 2003)

Delicato come un panzer, l'ultimo full-lenght dei grindcore heroes italiani per antonomasia! In realtà risale già a un paio d'anni fa, e anzi colgo l'occasione per annunciare che il combo sta lavorando a un nuovo disco prevalentemente in italiano, previsto nel circuito per il 2006. Venendo a Desperately insensitive, invece, trattasi di disco abrasivo che si compone di diciannove tracks per lo più in lingua inglese, salvo alcune emblematiche eccezioni ("Odio a prima vista", "Partner della convenienza"). Tecnicamente, siamo su grandissimi livelli di esecuzione - complice anche una formazione sostanzialmente rinnovata - e il getto venefico della commistione crust-grind-hardcore italian old school non risparmia praticamente nessuno. Cripple Bastards, insomma.

L'opener "Fear in the squats of the dead" - in linea con quest'attitudine di totale inclemenza - è un attacco diretto agli aspetti più nefasti, involutivi e sclerotici del conformismo anarcopunk, quelli che tutti rilevano dopo un minimo di esperienza sul campo, ma che pochi hanno il coraggio di sottolineare, e che comunque nessuno - a parte loro - ritrae attualmente nei termini di una schiacciante auto-sconfitta auto-operata da alcune realtà teoricamente "contro". Con lo stesso nichilismo, giammai rassegnato, i CB scandagliano i "bug" dei rapporti (e ruoli) sociali e interpersonali, tanto da suggerire spesso e volentieri l'idea di un concept-album: in realtà - come i testi sembrano dichiarare apertamente - la reiterazione è data piuttosto dalla volontà tenace di scavare all'interno di conflitti perennemente innominabili o irrisolti; di qui il lato decisamente punk dei nostri («Scadrò anche sul monotematico / ma mi esalto proprio per questo»).

"I hate her", summa delle considerazioni precedenti (quali? Go back to start!), è giustamente l'anthem/leitmotiv di questo album. Almeno per me, s'intende.

Concludendo: Giulio The Bastard & co. sono in giro dal 1988, e si sente. Quello che fanno ha più livelli di lettura: fermarsi ai più riduttivi non vi gioverà.

Un must per voi amanti del grindcore.

[Simone]

Per contatti, o per avere il cd: serbian_league@libero.it



Commenti:

Re: Cripple Bastards - Desperately insensitive cd (Peculio, 2003)
I Cripple Bastards (insieme ai Capitalist Casualties) sono sempre i migliori del genere

07/05/2005 di: Razored_

 
  Fototeca
Chron Gen
Chron Gen


  Calendario Concerti

Tutto il Calendario

  Sostieni la Lama

  Gemelli Tossici
TeleFree.iT
City Of The Dead
Cultura Elettronica
Il Tropico Del Garigliano

  Sondaggi
Cosa pensi della nuova sezione MP3/Downloads?

Era l'unico vero deficit di Lamette. Ora non più.
Era ora di aggiornarsi, tutti hanno i free album.
I free album di Lamette sono i più fichi di tutti.
Non ne sapevo un cazzo, corro a mandarvi il mio!
Non scarico MP3, i dischi o li compro o li ignoro.



Risultati
Sondaggi

Voti: 63
Commenti: 178

  Cronologia della Lama
Monday 23 September 2019


Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.200 Secondi