Benvenuti su Lamette.it
Il portale/webzine più rozzo d´Italia sulla musica & sulla cultura autodistruttiva degli sporchi giovani: contiene punk fetente!
[ Editoriali ] [ Articoli ] [ Recensioni ] [ Interviste ] [ Relics ] [ Coprophagus ] [ Blog ] [ Forum ]

  Menù della Lama
[ Home ]
[ Editoriali ]
[ Articoli ]
[ Recensioni ]
[ Interviste ]
[ Relics ]
[ Coprophagus ]
[ Blog ]
[ Forum ]
[ Calendario concerti ]
[ Links ]
[ Contatti ]
[ MP3/Downloads ]
[ Vocabolario ]
[ Archivio ]
[ Top 20 ]

  Ricerca nel Sito
news
commenti
eventi
links
 

  Sponsor della Lama
SOA Records/Oi! Strike
Randagi Rock Community
Sound Of The Street
Bloody Passion Tattoo
Latitudine 42 Comics & Games
Rave Up Vinyl Agency
Lamette Comics Blog
Blood '77
Killer Penis
Sponsor della Lama

  Old news
Recensioni: Colonna Infame SH – Dalla nostra parte Lp (Oi! Strike, 2013) (1)
Recensioni: Bufalo Kill – Be be bleah! cd (Yorpikus Sound, 2013)
Recensioni: Stigmathe – Fronte di nervi Lp (SOA Records, 2012)
Recensioni: Raise Your Pitch – Tutti Appesi demo-cd (Autoprodotto, 2012)
Recensioni: Trade Unions – Acciaio salmastro e sudore cd (Still Standing Army, Red Sound 21, Bukowski Productions, Cardio Studios, 2011) (1)
Recensioni: Whiskey Füneral - Whiskey Füneral cd (Full Speed Ahead Records, Tornado Ride Records, 2012)
Articoli: Kalashnikov – La città dell’ultima paura 12” picture (D.I.Y., 2013)
Recensioni: Golden Shower – The strange case of the Alaskan dragon breath cd (Area Pirata, 2013)
Interviste: Klaxon
Recensioni: Because The Bean – Indifferenza nera 7’’ (Bertani Dischi e Salami, United We stand, FFC Productions…, 2012)

Tutte le News

  Commenti
Cool di: sosoabram
cool di: sosoabram
Re: Luigi Bonanni (Centocelle City Rockers, Garçon Fatal) di: rightjobspk11
Re: Gola profonda (Deep throat, USA, 1972, col.) di Jerry Gerard (Gerard Damiano) di: rightjobspk11
Re: G. G. Allin (1956/1993) di: rightjobspk11
Re: Trade Unions – Acciaio salmastro e sudore cd (Still Standing Army, Red Sound 21, Bukowski Productions, Cardio Studios, 2011) di: rightjobspk11
Re: G. G. Allin (1956/1993) di: monica123
Re: G. G. Allin (1956/1993) di: monica123

Tutti i commenti

 
Pagina Stampabile Invia ad un amico Commenta

Articoli Thursday 14 April 2005:
Ranxerox - L'antieroe dimenticato

Stefano Tamburini. Chi di voi lo abbia già sentito nominare alzi la mano. Purtroppo quasi (o molto probabilmente) nessuno. Questo nome infatti appartiene ad una delle più geniali, creative, ma soprattutto sottovalutate menti nei campi della sceneggiatura, della (contro)cultura e dell’arte degli ultimi trent’anni in Italia. Morto in miseria nell’86 a soli trentadue anni, con un mucchio di idee e di progetti per la testa che nessuno ebbe mai il coraggio di finanziare o sostenere e rimasti, pertanto, incompiuti, fu, tra le altre cose, creatore e collaboratore di riviste e fanzines come “Cannibale”, “Il Male”, “Frigidaire”, che hanno lasciato una traccia importantissima in quei così odiati anni ’80 (che Tamburini riteneva completamente ”vuoti” dal punto di vista culturale, politico ed artistico), entrando subito nei cuori di una gioventù “ribelle” e stanca di quel periodo (basti pensare al movimento punk, nato come una moda e trasformatosi proprio negli ‘80 come simbolo della rabbia e dell’angoscia nei confronti di una società in continua decadenza e sempre più ostile verso l’individuo).

Per comprendere il più possibile la genialità e l’arte di Stefano Tamburini bisogna però leggere le pagine di “Ranxerox”, fumetto di sua creazione che ricevette i più aspri e devastanti insulti da parte della critica internazionale ma che, rovescio della medaglia, venne pubblicato in 18 paesi. Questo fumetto parla, molto sinteticamente, di un robot costruito durante un’occupazione di una scuola romana nell’86 (ironicamente, il rovescio del ’68) da uno “studelinquente” che lo assembla con dei pezzi di alcune stampanti della ditta “Rank Xerox”, da cui prende appunto il nome l’androide (nome che costò un mucchio di denunce da parte della ditta a Tamburini, tra i primi fautori del “no-copyright”, e che lo costrinse quindi a cambiare il nome in Ranxerox). In questo fumetto Tamburini mostra un sistema sociale completamente degradato e sfaldato, con una mostruosa divisione sociale, nel quale l’unico mezzo di sopravvivenza e valore è la violenza, fisica, morale, politica, culturale. Violenza che tutti, a loro modo, usano a piacimento, a cominciare dal protagonista Ranxerox, che spacca ossa, decapita e dilania chiunque gli capiti a tiro come se nulla fosse. Tutto quello che la gente percepisce non é altro che odio o dolore, ed è completamente assente un’idea di “ragione” e “libertà”; gli uomini si comportano come degli animali affamati di potere, denaro, droga e di interessi personalistici, pronti ad ammazzare per difenderli. In un mondo in cui il genere umano sembra aver perso i sentimenti ed i valori però, è proprio Ranxerox, il robot, il diverso, l’anti-eroe, a mostrare un tratto di “umanità”, ovvero l’amore, causatogli da un cortocircuito, per Lubna, una ragazza che lo usa per i propri scopi e comodi, ma per la quale Ranx è disposto a fare di tutto.

Tamburini, con la “voce” ed i disegni di Ranxerox, come una sorta di “Utopia” di Thomas More al rovescio, esprime tutta la rabbia e l’odio che prova verso la società in cui vive e di cui fa parte, e verso tutti coloro che la governano, esasperandone fino all’estremo gli errori e gli orrori, con l’intento di farci almeno riflettere su di noi come individui di un sistema o impero (a seconda di come vogliate intenderlo) ormai in eterno declino e distruzione.

MORALE DELLA STORIA: Sembrerà banale, ma è proprio quella società che Tamburini aveva tanto odiato e contro la quale aveva cercato in tutti i modi di ribellarsi, ad ucciderlo, sia artisticamente che nel senso stretto della parola, trascinando infine il suo nome, le sue opere, le sue idee ed i suoi progetti nell’oblio e dimenticatoio collettivo.

[Marcus]




News correlate:
Articoli: Stefano Tamburini (1955/1986)

Commenti:

Re: Ranxerox - L'antieroe dimenticato
Alzo la mano, anzi tutte e due. Per me comunque è un bene che Ranxerox non sia Topolino o Dylan Dog. Il volgo è indegno di certe cose. Se vuoi fumetto d'autore, cerchi fumetto d'autore. Chi si accontenta di quello che gli passa il convento, evidentemente non è pronto ad altro.

14/04/2005 di: Simone

Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato
Alzo tutte e due le mani e anche i piedi. Lo conoscevo di persona. Abitava a due passi da casa mia a Talenti. Quando è morto ho pianto. Sono contento che qualcuno si ricordi ancora di lui.

Umberto (aka the Guru)

14/04/2005 di: bonnieparkers

Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato
Grande Tamburini e grande Rank, uno dei fumetti che ho amato di più.
Ma perchè i geni devono scappare sempre in francia a farsi pubblicare, possibile che l'italia sia così una merda nel campo dei fumetti?

15/04/2005 di: aj_blood

Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato
Suppongo che sia sempre colpa di chi monopolizza il mercato, nonché di chi compra pigramente solo prodotti del monopolio. Vale anche per la musica, e infatti eccoci qua. Quello che la gente ascolta alla radio è un riflesso in altro settore dei fumetti che legge...

15/04/2005 di: Simone

Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato
se quarcuno lo sapesse, puo' farmi dei nomi di fumetti in italia che valga la pena leggere oggi (apparte tex)??E dove posso trovare l'ultima storia di ranxerox apparsa a puntate su frigidarie (in cui si strappa il cuore e schianta)???

19/04/2005 di: volpe

Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato
Sono Alessandra, la sorella di Stefano. Per "caso" sono inciampata su questo articolo uscito da pochi giorni...io sono cresciuta a pane e fumetti, a quattro anni Steve mi ha insegnato a leggere e scrivere, mentre ascoltavo Beatles, Rolling Stones, Frank Zappa, i Cream, etc...Lo so solo io quanto mi sono divertita con lui e quanto sforzo devo ancora fare, dopo 19 anni, a parlarne senza piangere...ma Stefano, come tanti Grandi, ha vissuto velocemente, bruciando le tappe, come il suo Snake Agent. Voglio solo ringraziare tutti quelli che ancora lo ricordano con affetto, soprattutto Michele Mordente, l'uomo "archivio", che, con la pazienza e la costanza del fan piú devoto, mi rincorre instancabile, per coinvolgermi nel progetto di mantenere viva e divulgare l'Opera del mio stra-amato fratellone. Continuate, non fermatevi, nominatelo (e MAI tra parentesi)

23/04/2005 di: strekeno

Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato
Ciao Alessandra,
Grazie a te - a nome di tutti, penso, e immagino anche a nome del lettore/autore dell'articolo - per aver apprezzato. Lo scopo principale di questa webzine, per quanto mi riguarda, è ancora e sempre dare voce a chi storicamente lo merita. Di conseguenza, quando si riesce inaspettatamente ad accorciare le distanze, sono veramente felice di gestirla.

23/04/2005 di: Simone

Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato
come si potrebbe non conoscere questo fumetto,ma soprattutto,non apprezzarlo?
beh alzo mani piedi e tutto ciò che si può alzare... assicurando che siamo in molti a conoscerlo e ad esserne appassionati...

24/04/2005 di: kjkj

Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato
Un fumetto dimenticato? Forse, ma oggetto di culto ancora oggi. Ho avuto la fortuna di leggerlo in casa, piccolissimo, perchè mio padre e mio zio, lettori di Frigidaire, lo lasciavano incustodito.
Nel punk rock americano è stato celebrato più volte, l'omaggio più chiaro gli è stato fatto dai magnifici The Bottom Feeders, che nel loro 7" del 1995 su Sub Pop gli dedicarono una canzone ("The mighty Ranxerox") con tanto di copertina dove la stronzha Lubna viene sculacciata dal nostro eroe di gomma e acciaio.
Grande anche la cover di "Man From Utopia" di Frank Zappa, dove Steve Tamburo e Gaetanino trasformano il loro mostro in "FranXerox", ancora oggi una delle più belle copertine della storia del rock.

30/04/2005 di: Armanbilly

Re: Ranxerox - L\'antieroe dimenticato
adoro i fumetti

07/05/2005 di: Razored_

Re: Ranxerox - L'antieroe dimenticato
qualcuno saprebbe dirmi dov è possibile recuperare qualche copia di questo fumetto?..
Complimenti per l'articolo!
Grazie, ciao

27/07/2008 di: Cavriul

Re: Ranxerox - L'antieroe dimenticato
mito

04/08/2008 di: cipolla

 
  Fototeca
Crack! 2006 - Fumetti Dirompenti / Vinavyl - Omaggio a Stefano Tamburini - Forte Prenestino, Roma, 08-11/06/2006
Crack! 2006 - Fumetti Dirompenti / Vinavyl - Omaggio a Stefano Tamburini - Forte Prenestino, Roma, 08-11/06/2006


  Calendario Concerti

Tutto il Calendario

  Sostieni la Lama

  Gemelli Tossici
TeleFree.iT
City Of The Dead
Cultura Elettronica
Il Tropico Del Garigliano

  Sondaggi
Cosa pensi della nuova sezione MP3/Downloads?

Era l'unico vero deficit di Lamette. Ora non più.
Era ora di aggiornarsi, tutti hanno i free album.
I free album di Lamette sono i più fichi di tutti.
Non ne sapevo un cazzo, corro a mandarvi il mio!
Non scarico MP3, i dischi o li compro o li ignoro.



Risultati
Sondaggi

Voti: 44
Commenti: 65

  Cronologia della Lama
Tuesday 22 August 2017


Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.033 Secondi